Light project su iPad, Spittler e Performance in Lighting al Museo delle arti figurative di Lipsia

Pubblichiamo un assaggio di un articolo pubblicato su DA Design&Architecture n. 6 su iPad. Se vuoi vedere più immagini, scarica la App gratiuita da iTunes.

 

Spittler è un marchio con un solido posizionamento in Germania, attivo nella produzione, assemblaggio e distribuzione di prodotti per l’illuminazione da interni. Con la sede di Goslar am Harz, dal 1990 sviluppa articoli per illuminotecnica caratterizzati da efficienza energetica, utilizzo delle tecnologie più innovative, perfezione tecnica e design essenziale e moderno. Oltre alle concezioni illuminotecniche professionali è in grado di offrire soluzioni personalizzate e un servizio di assistenza altamente qualificato. Spittler presenta apparecchi per l’illuminazione di interni residenziali e commerciali con una particolare attenzione agli uffici e alla normativa a essi collegata. L’ampia gamma di downlight, di sospensioni, di piantane, di faretti e proiettori permette inoltre di illuminare il negozio, nonché l’area espositiva e commerciale, con la possibilità di creare soluzioni personalizzate. La qualità tecnica e il design rigoroso si uniscono per creare il massimo comfort visivo e la migliore qualità della vita nell’ambiente interno.
L’ingresso di Spittler ha permesso a Performance in Lighting, oltre a un significativo rafforzamento sul mercato tedesco, di proporre soluzioni di illuminazione per qualsiasi tipo di progetto dall’arredo urbano all’illuminazione di parchi, giardini e spazi esterni, dalle grandi aree sportive e industriali all’illuminazione di interni siano essi residenziali, commerciali o spazi espositi. 

 

Il Museo delle arti figurative di Lipsia, costruito secondo il progetto degli architetti Hufnagel/Putz/Rafaelian, si trova nel centro della città, poco distante dalla Chiesa di St. Nikolas e dal vecchio municipio.
La struttura è rettangolare con facciate vetrate. Affacciato sulla piazza Sachsenplatz, il complesso è lungo 78 metri, largo 41 e alto 36. La “leggerezza” ispirata dalla struttura a vetrata suscita una profonda impressione nell’osservatore.

 

Il concetto dell’illuminazione riprende quello architettonico: semplice, lineare, trasperante e di grande valore. Era quindi ovvio che per illuminare gli ambienti si optasse per profili e soffitti luminosi. Questo concetto colloca l’intera illuminazione sullo sfondo, per dirigere la concentrazione soltanto sulle opere esposte. Un’illuminazione uniforme consente una gestione ottimale della luce in senso verticale e orizzontale. I soffitti sono realizzati in vetro multistrato laminato di sicurezza, con lamine integrate che assicurano una dispersione e una trasmissione della luce eccellenti. Il progetto ha previsto l’installazione di luci Spittler fluorescenti da 16 mm, con diversi livelli di potenza, una temperatura di colore pari a 4000 K e un indice di resa cromatica Ra > 90. Le luci sono state inoltre combinate con unità ballast elettroniche dimmerabili, creando così scenografie di illuminazione personalizzate per ciascuno spazio espositivo. L’effetto complessivo è quello di uno scenario perfetto per l’esposizione di opere d’arte.

 

Per informazioni
www.performanceinlighting.com
www.spittler.com

 

Scarica DA Design&Architecture 6, “Designing comfortable architecture”.

 

Ulteriori informazioni sulle applicazioni per iPad di Maggioli editore: www.ipad.maggioli.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico