Less Ego More Eco: verso una sostenibilità condivisa

Less Ego More Eco, un libro e una tavola rotonda tenutasi alla Triennale di Milano lo scorso 16 maggio, per un nuovo approccio alla sostenibilità. Aziende, Istituzioni, economisti e comunicatori insieme per volontà di Progetto CMR, società specializzata nella progettazione integrata, per discutere – da diversi punti di vista – la strada migliore per raggiungere l’obiettivo condiviso di un futuro sostenibile.

 

Estetica, pianificazione, sviluppo, tecnologia, economia: cinque ambiti differenti per raccontare lo stesso cammino verso la cultura e pratica della sostenibilità.
“Questo pentagono è fondamentale nella filosofia di Progetto CMR ha affermato Massimo Roj fondatore di Progetto CMR, società specializzata nella progettazione integrata con l’obiettivo di realizzare un’architettura flessibile, efficiente ed ecosostenibile “dove l’ambito architettonico è solo il punto di partenza per parlare di ‘sostenibilità’ a trecentosessanta gradi”. Perché è il come e dove viviamo a determinare i nostri comportamenti, le nostre abitudini. È l’architettura che influisce sulla bontà dei nostri gesti. Sviluppando cinque semplici passi che hanno come meta comune la sostenibilità.

 

L’approccio sistemico è il denominatore comune di questo percorso come ha sottolineato Pietro Modiano Presidente Nomisma: “La partita della sostenibilità della crescita si gioca sull’energia, il cibo, le altre risorse naturali. Vincerla è la sfida comune e principale dell’umanità. Il terreno di gioco sarà quello dell’organizzazione degli spazi urbani”. Dello stesso avviso Alessandro Clerici Coordinatore della Task Force sull’efficienza energetica di Confindustria. “I temi della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica in particolare sono da tempo argomento di lavoro di Confindustria, in particolare abbiamo una task force dedicata con la quale stiamo cercando di implementare un modello sostenibile anche in termini economici per la realizzazione di Smart City. Molti ancora sono i passi da fare a questo proposito ma appare ormai chiaro che è necessario un approccio sistemico al problema”.
E proprio dal punto di vista economico, considerato sempre un tasto dolente nel percorso verso la sostenibilità, non sono mancati gli spunti che hanno offerto una prospettiva diversa, presentandola anche come un’opportunità su cui investire.
Luciano Balbo, Presidente Oltre Venture, sottolinea che “L’obiettivo non può essere fare un po’ di finanza etica di nicchia, ma le aspettative di ritorno finanziario che si erano diffuse non sono più possibili. Un diverso utilizzo della ricchezza privata non è solo una scelta etica, ma anche una scelta di interesse collettivo e di interesse per i detentori della ricchezza. Nell’housing sociale, ma anche nell’’ambito bancario e nella gestione delle infrastrutture, è necessario un nuovo approccio”.
“Lo sviluppo sostenibile sembra essere l’unica soluzione realistica per contrastare il continuo aggravarsi delle condizioni ambientali e del conflitto tra crescita della popolazione e limitatezza delle risorse” è, infatti, l’incipit di Massimo Roj nel libro Less Ego More Eco.
“In Italia c’è ancora molto da fare nell’ambito della sostenibilità ambientale” ha chiosato Carlo Alessandro Puri Negri, Presidente Sator Immobiliare, anche se un primo segnale positivo è il fatto che, da tema legato prettamente a tecnici ed esperti di settore, si sta gradualmente spostando a tema culturale che coinvolge tutti noi”.

 

Progetto CMR è una società specializzata nella progettazione integrata, nata nel 1994 con l’obiettivo di realizzare un’architettura flessibile, efficiente ed ecosostenibile applicando un metodo che parte dall’analisi delle esigenze del cliente. Con 12 sedi nel mondo e oltre 160 tra architetti ed ingegneri coniuga dimensione sperimentale e competenze multidisciplinari per migliorare l’ambiente naturale e costruito.
Consapevole della necessità di comprendere, applicare e divulgare, attraverso la sua attività, una coscienza sostenibile, Progetto CMR da diversi anni sperimenta soluzioni progettuali e tecnologiche per la realizzazione di “edifici green”. Condivide la ricerca e l’innovazione del US Green Building Council, e ha aderito in questi giorni alla Carta dei Principi della Sostenibilità, iniziativa di Confindustria e del Ministero dell’Ambiente. L’obiettivo è arrivare all’appuntamento di RIO+20 (Brasile, Rio de Janerio, 20-22 giugno 2012) insieme con le eccellenze imprenditoriali italiane, preparati e compatti nel promuovere un nuovo modello di sviluppo economico sostenibile.

 

Per ulteriori informazioni
Progetto CMR
Corso Italia, 68, 20122
Milano
Tel. 02.584949091
E-mail: pcmr@progettocmr.com
www.progettocmr.com

 

Nell’immagine di apertura, Progetto CMR, Pall Italia, Buccinasco, Milano

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico