Laboratorio Italia/Ailati passando per Open Care

Dopo il successo della 12a Mostra di Architettura Internazionale di Venezia, una selezione tra i 40 modelli che hanno parte arricchito la sezione del Laboratorio Italia della mostra AILATI nel Padiglione Italia saranno esposti in uno degli spazi più suggestivi dei Frigoriferi Milanesi, dove hanno sede Open Care – società di servizi per l’arte, tra i partner tecnici dell’evento veneziano – e Via Piranesi, studio di architettura diretto da Luca Molinari e Anna Barbara.

 

Questa nuova esposizione non è soltanto l’occasione per rivedere i progetti presentati all’ultima Biennale di Architettura, ma è un invito a considerare Ailati non solo un’importante esperienza espositiva, ma un vero e proprio percorso di ricerca e di stimolo per le migliori energie dell’architettura italiana contemporanea.
Durante la serata di inaugurazione, tenutasi giovedì 20 gennaio, alcuni dei progettisti invitati hanno raccontato la loro esperienza progettuale e curiosità inedite sulle opere esposte. Durante la mostra verrà anche proposta la proiezione video dell’allestimento della mostra AILATI, progettato da Francesco Librizzi Studio e Salottobuono, e saranno esposti i manifesti originali, parte integrante del progetto grafico curato da i Tankboys.
Laboratorio Italia è una rappresentazione critica delle ricerche in corso nel campo architettonico.
L’intento è stato di raccogliere quelle opere che aprono spiragli a futuri possibili, che indicano una strada altra, diversa da quella attuale. Per questa sezione sono stati selezionati autori che operano nella direzione di un’architettura con un forte ruolo civile, che reagisce con qualità e pensiero a un presente intorpidito dalla paura e dalla crisi.
Per questo, in questa fase, è necessario pensare alla realtà come a un laboratorio, a un luogo in cui dare spazio a sperimentazioni capaci di generare qualità nel contesto in cui intervengono.
 

I progetti sono stati selezionati sulla base delle risposte a 10 domande: progettare solidale, abitare sotto i 1000 euro al mq, cosa fare dei beni sequestrati alle mafie, emergenza paesaggio, spazi per comunità, nuovi spazi pubblici, ripensare la città, archetipo/prototipo, work in progress, innesti.

 

Di seguito la selezione dei progetti esposti divisi per aree tematiche:

 

Quali spazi per le diverse comunità?
ma0 / emmeazero studio d’architettura – Ketty di Tardo, Alberto Iacovoni, Luca La Torre | Ampliamento scuola media Lombardi
Alessandro Scandurra, scandurrastudio | Zurich Insurance Company Italian Headquarters
Archea Associati | Biblioteca comunale
Guidarini & Salvadeo | Centro socio-sanitario residenziale per sordociechi e pluriminorati psicosensoriali della Lega del Filo d’Oro

 

Quali le nuove forme dello spazio pubblico?
ma0 / emmeazero studio d’architettura – Ketty di Tardo, Alberto Iacovoni, Luca La Torre | Piazza Risorgimento
Cino Zucchi Architetti con Gueltrini e Stignani Associati | Parco pubblico

 

Come si trasforma la città contemporanea?
Studio elementare,  Kconsult,  Sauerbruch+Hutton, scandurrastudio, Studio Italo Rota & partners | Maciachini
Studio Valle Architetti Associati, Cino Zucchi Architetti con Zucchi & Partners, Canali Associati srl, Charles Jencks con Andreas Kipar – LAND srl, Architettura e Ingegneria Arup Italia, Topotek1 | Quartiere Portello, Milano
MAB Arquitectura – Massimo Basile, Floriana Marotta | Abitare a Milano – via Gallarate

 

È possibile costruire in modo solidale?
Riccardo Vannucci_FAREstudio | CBF_Centre pour le Bien-être des Femmes et la prévention des mutilations génitales féminines ‘G.Kambou’

 

Cosa fare con i beni sequestrati alle mafie?
Santo Giunta, Orazio La Monaca, Leonardo Tilotta, Simone Titone | Nuova sede degli uffici comunali

 

È possibile costruire qualità a 1000 euro al mq?
Christoph Mayr Fingerle | Castelfirmiano/CasaNova Complesso abitativo EA7 per 92 appartamenti (edilizia abitativa agevolata)
Cristofani & Lelli architetti/Lelli & Associati architettura | Residenze “Fornace del Bersaglio”
Greppi&Bianchetti Studio | Social Housing
diverserighestudio | casalogica, progetto unitario e nuovo edificio residenziale

 

Come riprogettare il patrimonio storico?
DAP studio/ Elena Sacco – Paolo Danelli | Biblioteca civica “Elsa Morante”
aMDL Michele De Lucchi | Fondazione Giorgio Cini. Intervento di ripristino funzionale della Manica Lunga
ELASTICOSPA – Stefano Pujatti Architetti | Atelier Fleuriste e abitazione privata
Emanuele Fidone | Restauro Basilica Paleocristiana di San Pietro
Davide Vargas | Nuovo Municipio
Piuarch Partners | D&G Headquarters

 

Come imparare dagli archetipi e farne dei prototipi?
Attilio Stocchi con Gino Guarnieri | Rimbalzi
Pietro Carlo Pellegrini | Polo Tecnologico Lucchese, Edificio Lucense
Elisabetta Terragni – Studio Terragni Architetti, Gruppe Gut snc, Jeffrey T. Schnapp | Stanford Humanities Lab, FilmWork srl – Le Gallerie

 

Work in progress
Cino Zucchi Architetti • PARK ASSOCIATI | Salewa Headquarters
Labics | Museo e centro polifunzionale G.D
Vincenzo Latina | Padiglione di Artemide

 

 

SCHEDA EVENTO

Laboratorio Italia/Ailati passando per Open Care

 

mostra a cura di Luca Molinari

 

Luogo
Open Care | Frigoriferi Milanesi
Via Piranesi 10, Milano

Periodo
dal 20 al 27 gennaio

Orari
Dalle 15.00 alle 19.00
chiuso la domenica

 

Per informazioni

 
Open Care
Tel. 02 73983232
E-mail: ufficio.comunicazione@opencare.it

 

Via Piranesi SRL
Tel. 0287247476
E-mail: info@viapiranesi.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico