La mostra su Saul Steinberg a Milano

Inaugura il prossimo mercoledì 20 maggio 2015 presso lo Spazio Mostre Guido Nardi la mostra Saul Steinberg a Milano, organizzata dal Politecnico di Milano, Scuola di Architettura e Società, ASBA – Archivi Storici, in collaborazione con la Saul Steinberg Foundation.

 

Saul Steinberg, conosciuto nel mondo per i suoi lavori pubblicati sulla rivista New Yorker, autore prolifico di disegni, sculture, collages e murali, osservatore attento della vita e dei paesaggi urbani, è stato studente della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, dove si è iscritto nel 1933 e laureato nel 1940. Nato in Romania, con gli anni di studio al Politecnico inizia un rapporto intenso con l’Italia e, in particolare, con Milano. Qui coltiva amicizie tra le quali la più duratura e significativa è quella con Aldo Buzzi.

 

In seguito alle leggi razziali del 1938, nel 1941, dopo essere stato recluso per un breve periodo a S. Vittore e poi nel campo di concentramento di Tortoreto, fugge verso Lisbona diretto a Santo Domingo verso gli Stati Uniti, dove riesce infine ad approdare nel 1942. Nel 1944 rientra in Italia, come soldato e cittadino americano, lavorando con l’Office of Strategic Services. Nel dopoguerra collabora con lo studio BBPR e Ernesto N. Rogers; pubblica i suoi disegni su Domus.

 

A Milano realizza lo sgraffito murale del Labirinto dei ragazzi per la X Triennale (1954) e quello di Casa Mayer in via Bigli (1961), purtroppo distrutto. La mostra intende percorrere, in particolare, gli anni milanesi di Saul Steinberg, ma anche restituire alcuni frammenti del suo lavoro attento alla città, all’architettura, agli spazi del vivere quotidiano.


Scarica il flyer della mostra

 

La mostra è suddivisa in sei sezioni:
– Studente al Politecnico di Milano 1933-1940
– La campagna d’Italia
– A Milano, dopo la guerra
– Ancora Milano
– Disegnare le città
– The Art of Living

 

La mostra si compone di documenti originali, fotografie e riviste – provenienti dall’Archivio storico del Politecnico di Milano, dagli Archivi Domus e da collezioni private – e di riproduzioni di opere e disegni provenienti principalmente da The Saul Steinberg Foundation di New York, dall’Archivio di Giovannino Guareschi e da altri archivi. Completa l’esposizione l’intervista “Saul Steinberg: l’essenza totemica” che Sergio Zavoli gli fece a New York nel 1967 per il programma della RAI “Incontri”.

 

L’inaugurazione vedrà interventi di: Vittorio Gregotti, Italo Lupi, Tullio Pericoli, Mario Tedeschini Lalli, Sheila Schwartz, Nicola Di Battista, Federico Bucci, Ilaria Valente.


SCHEDA EVENTO
Saul Steinberg a Milano
a cura di Ilaria Valente, Luigi Spinelli, Cassandra Cozza


Luogo
Spazio Mostre Guido Nardi
via Ampère 2, 20133 Milano


Inaugurazione
Mercoledì 20 maggio 2015 | ore 17.30


Periodo mostra
18 – 29 maggio 2015


Mostra organizzata da
Politecnico di Milano
Scuola di Architettura e Società
ASBA – Archivi Storici


Con la collaborazione di
Domus
Teche RAI
Archivio di Giovannino Guareschi – Roncole Verdi
Triennale di Milano


Coordinamento, progetto grafico e allestimento
Cassandra Cozza con Gerardo Semprebon
con la collaborazione di Francesca Berni, Giorgia Colombo, Valerio Maria Sorgini, Greta Maria Taronna


Per ulteriori informazioni
www.polimi.it

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico