La eco-sedia a fisarmonica si chiama FlexibleLove

FlexibleLove è la seduta, in corso di brevetto, dalla forma e dalle dimensioni modificabili. La sua struttura è composta da carta riciclata e prodotti di sfrido provenienti dalla lavorazione del legno ed è concepita per processi produttivi preesistenti allo scopo di contenere l’impatto globale sull’ambiente: FlexibleLove è design ecologico. E costa poco. Il concept: creare una struttura flessibile e modificabile in funzione dei posti a sedere, della forma e dell’ingombro necessari. È sufficiente agire sulle estremità della struttura che si comporterà come una.

L’ideatore è Chishen Chiu un giovane designer di Miao Li, in Taiwan. Il suo stile di design è influenzato dagli spazi piccoli in cui vive e dal lavoro delle numerose aziende taiwanesi produttrici di tubi di carta per grossi rotoli industriali, di componenti metalliche per i computer o di dispositivi elettronici di consumo. Affascinato dall’uso della struttura in carta, Chinshen sfrutta la sua flessibilità unendola al legno e alla struttura alveolare per ottenere resistenza: nasce così l’idea di FlexibleLove.

 

FlexibleLove 16 ospita 16 sedute e supporta  1920 kg. FlexibleLove™ 8 ospita a 8 sedute e supporta 960 chili. Foto: www.flexible-love.it

 

Articolo tratto da Dossier Habitat 37

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico