La casa nel bosco. Villa unifamiliare ecocompatibile in Classe A, Brescia

Il progetto si sviluppa a gradoni, su più livelli, cercando di assecondare la morfologia naturale del sito con l’intento di limitare il più possibile le modifiche alla conformazione altimetrica del suolo esistente.
Nella sua globalità il progetto si confronta con i vari aspetti del progettare sostenibile, il risparmio energetico in classificazione energetica A , la gestione delle risorse naturali, la versatilità dello spazio abitativo che, da unica villa, è suddivisibile in tre appartamenti indipendenti, l’applicazione di tecnologie per il controllo dell’aria e l’uso di sistemi di produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili.
L’intero edificio fuori terra è costituito da una struttura in legno lamellare, compresi muri interni divisori, e da coibenti in stratificazioni di materiali in cellulosa da assemblare in opera, totalmente naturali con origine certificata.
L’utilizzo di materiali che non producono emissioni nocive, unito all’ottimizzazione dei tempi e della gestione del cantiere, grazie all’impiego di tecnologie di prefabbricazione, risponde alla necessità di una gestione più sostenibile dell’intero edificio, garantendone al contempo un elevato livello qualitativo attraverso un accurato processo di progettazione globale, dalla struttura ad ogni singolo dettaglio delle finiture.
L’orientamento secondo l’asse eliotermico permette una migliore esposizione dell’edificio, favorendo l’irraggiamento solare naturale nei mesi freddi per l’intera zona giorno e determinando un allineamento sull’asse est ovest – asse di migliore ventilazione – delle aperture delle camere da letto e della zona giorno, eliminando le dispersioni termiche delle vetrate a nord.
La limitazione delle articolazioni volumetriche e della quantità di superfici esposte definisce un organismo prevalentemente “accorpato”, riducendo notevolmente le dispersioni termiche di facciata. Il rapporto con il paesaggio circostante risulta filtrato dalle logge in aggetto che schermano le vetrate e rompono le correnti d’aria; i loro volumi rapportano costruito e ambiente coniugando la spazialità compatta del volume abitato con il bosco circostante.

 

Altre immagini del progetto

 

studioDprogettazione
Lo studio, con sede a Brescia, si occupa di progettazione architettonica pubblica e privata confrontandosi con i vari aspetti del progettare alle diverse scale dall’analisi territoriale allo studio del dettaglio e verso le diverse nature del progetto stesso, infrastrutture, spazi urbani, edifici privati, paesaggistica, interior design, installazioni. Un gruppo di professionisti articolato e competente per una progettazione giovane e flessibile a risolvere problematiche concrete di soluzioni formali ecosostenibili ed innovative e di organizzazione di costi-benefici di gestione
.

 

SCHEDA PROGETTO

 

 

LA CASA NEL BOSCO
Villa unifamiliare ecocompatibile in Classe A

 

 

Team di Progettazione
studioDprogettazione: Architetto Federica Mometto, Architetto Anna Donati, Geometra Ignazio Marchetti

 

Progettazione e Direzione Lavori
Architetto Federica Mometto

 

Progetto Interni
Architetto Anna Donati

 

Contabilizzazione e Coordinamento Sicurezza
Geometra Ignazio Marchetti

 

Strutture
Ingegnere Nicola Zanini

 

Impresa Costruttrice e Impianti
Eiland s.r.l.

 

Localizzazione
Soprazzocco di Gavardo, Brescia

 

Cronologia
Progettazione 2007-2008
Inizio Lavori 2009

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico