L’artigianato egiziano nel dialogo con il design internazionale

L’istituto IMC (Industrial Modernization Center – Egypt) in partnership con UNIDO (United Nations Industrial Development Organization) ha organizzato l’International Design & Handicraft Workshop che si è recentemente concluso al Cairo. Il workshop è stato coordinato dai designer italiani Giulio e Valerio Vinaccia ed è uno degli elementi fondanti del progetto di innovazione e sviluppo denominato DEEP Programme. La finalità del workshop, in particolare,  era la ricerca di prodotti nuovi, basati su antiche tecniche di produzione artigianali, che possano affrontare le sfide dell’attuale mercato globale. Per raggiungere questo obbiettivo, il workshop si è basato sull’attiva interazione tra l’esperienza di designer internazionali e l’artigianato locale.

La realizzazione del Deep Programme ha richiesto un investimento di 5 milioni di euro in un anno, da parte di IMC, ed è nato da un’indagine economica condotta su 60 diversi distretti produttivi egiziani, con il supporto marketing dell’UNIDO. Per la selezione dei partecipanti sono stati quindi individuati i distretti economicamente più rilevanti e le realtà produttive più ricettive”, racconta Mohammad Farag, responsabile IMC del  Deep Programme.
Alla luce delle nostre esperienze in progetti simili” confermano i fratelli Vinaccia “possiamo dire che, ciò che ha facilitato il successo di questo workshop, è stato l’inedito cortocircuito culturale e progettuale che si è realizzato quasi immediatamente, tra il ricco passato dell’artigianato egiziano e il design contemporaneo”.

Il workshop si è svolto nella splendida cornice di El Fustat Traditional Craft Center del Cairo, dove un team di designer provenienti da paesi diversi si è confrontato con circa 80 artigiani, provenienti da varie regioni dell’Egitto. Tra loro anche piccoli imprenditori che gestiscono centri di produzione artigianale. La positiva sinergia tra artigiani, designer e piccoli imprenditori ha portato alla creazione di manufatti che sono certamente ricollegabili a codici estetici tradizionali, ma è interessante notare come, sovvertendo alcuni di questi, siano nate nuove ed inedite interpretazioni del prodotto artigianale. Com’è accaduto, ad esempio, per i decori geometrici tipici del Khayameya (patchwork egiziano),  “tradotti” dal tessuto alla ceramica.
La difficoltà di rinnovamento dei codici tradizionali è, per certi aspetti, connaturato in ogni esperienza artigianale dalle forti connotazioni geografiche. In questo caso però, bisogna considerare anche la relazione esistente tra alcuni decori (o la calligrafia) tipicamente utilizzati nella ceramica e la tradizione culturale dell’Islam.

I manufatti, risultato del workshop, verranno presentati durante la prossima edizione della fiera Maison & Object a Parigi (gennaio 2010) in una mostra che offrirà al pubblico internazionale una visione generale della cultura materiale egiziana.
In fiera sarà presente anche una mostra collettiva di piccoli produttori egiziani.
I risultati del workshop saranno presentati anche nelle fiere Macef (Milano) e Ambiente (Francoforte).

 

SCHEDA EVENTO

International Design & Handicraft Workshop

Coordinamento progetto
Giulio e Valerio Vinaccia, designer con vasta esperienza di lavoro in comunità artigianali europee e in  paesi in via di sviluppo

I designer del team
Jaime Fernandez Barrutia, designer spagnolo, noto per le sue re-interpretazioni della tradizione ceramica andalusa
Fabrizio Galli, designer di prodotto, vincitore di due compassi d’oro, per i lavori con Motorola e Benetton
Marco Zito, interprete del design e della tradizione veneta
Arian Brajcovich, designer croato, ha al suo attivo diverse esperienze di cooperazione con comunità artigianali in Bosnia
Hossam Hassan, egiziano, grafico e artista dell’immagine
Ramzi Makram, egiziano, interior designer, in team con 5 designer egiziani

 

IMC è l’istituto per l’innovazione industriale del governo egiziano. La sua missione è offrire sostegno alle imprese egiziane affinché possano affrontare nel migliore dei modi la competizione del mercato globale. Attualmente IMC segue le attività di oltre 14.000 imprese.

UNIDO è l’organizzazione specializzata delle Nazioni Unite che promuove lo sviluppo industriale finalizzato alla riduzione della povertà, alla globalizzazione inclusiva e alla sostenibilità ambientale. Il suo mandato è promuovere lo sviluppo industriale sostenibile nei paesi in via di sviluppo e nelle economie in fase di transizione.

Integral Studio Vinaccia è stato fondato nell’1986 dai fratelli Valerio e Giulio Vinaccia. Si occupa principalmente di product design (prodotti elettronici, attrezzature sportive, elementi tecnologici e packaging), e da oltre 15 anni è impegnato anche in progetti di ricerca in cui il design sposa l’artigianato, per la promozione delle economie in via di sviluppo.
A partire del 1994 lo studio svolge attività di consulenza per progetti di sviluppo attraverso l’uso del design, collaborando con numerose organizzazioni e istituzioni ministeriali internazionali. Consulenze che riuniscono dentro una stessa strategia “design oriented”, diverse azioni di progetto: dalla identificazione, definizione e design di nuove linee di prodotti, passando alla creazione di marchi commerciali, sistemi di identificazione visiva fino al concept delle strategie comunicative.
Nello stesso anno crea il Programma Interattivo di Packaging Istituzionale per il Ministero dello Sviluppo Economico della Colombia e fonda “Etno – Handicraft & Design Consulting” società specializzata nel recupero delle creatività artigianali nei paesi del Sud del Mondo.
Dal 2004 collabora con il Parco Tecnologico di Itaipù per il Proyecto Trinacional de Diseño Artesanal Nandeva.
Dal 1999 è consulente del PNUD e della WTO, e ha realizzato con successo progetti di sviluppo locale attraverso il design, in Brasile, Chile, Portogallo, Spagna e Argentina. Nel 2002 fonda la Galleria Etnica, luogo di commercializzazione e promozione dell’artigianato di alta qualità del Sud del Mondo. Negli ultimi 2 anni, ETNICA ha realizzato diverse mostre tematiche d’ importanza nazionale su temi e luoghi diversi: Brasile, Messico, Guatemala e Sud Africa.Valerio e Giulio Vinaccia hanno curato corsi, seminari e workshops in Università e Centri culturali di diversi paesi del mondo tra cui l’Italia, la Francia, la Germania, la Spagna, il Brasile, la Colombia, l’Inghilterra e gli USA.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico