L’architettura senza radici di estudio entresitio: Here there and everywhere

Spesso l’amaro destino degli architetti è di non vedere mai le proprie opere realizzate per cui può sembrare un paradosso che lo stesso progetto degli spagnoli estudio.entresitio sia stato costruito ben tre volte. Lo studio fondato da Maria Hurtado de Mendoza e Cesar Jimenez de Tejad ha vinto un concorso bandito dalla municipalità madrilena per un centro medico che potesse essere costruito in maniera identica in due diversi luoghi dell’area metropolitana – San Blas e Usera – ed in seguito ha replicato la vittoria per un altro concorso nel località di Villaverde.


L’idea alla base del successo di estudio.entresitio parte da un progetto “senza luogo” ovvero da un edificio totalmente incurante del genius loci, un progetto introverso e coraggioso che, come hanno dichiarato i progettisti, trova le proprie radici in “un approccio lecorbusiano di conciliazione degli opposti”, nella dualità esterno-interno, dove il primo si presenta ermetico mentre il secondo si scopre luminoso e quasi leggero.

 

La struttura del centro medico si organizza attorno ad uno schema di corti interne che lasciano entrare la luce naturale e rendono l’interno estremamente brillante in contrapposizione all’esterno  caratterizzato da una facciata compatta e priva di aperture. Le tre repliche del medesimo progetto hanno portato gli autori ad una progressiva riflessione sul rapporto esterno-interno e alla scelta di materiali diversi per l’involucro, secondo un percorso compositivo che tende progressivamente ad avvicinare gli opposti: calcestruzzo a vista per il primo centro realizzato a San Blas, pannelli metallici dalle sfumature dorate per Usera e pannelli opachi traslucidi per Villaverde.

 

Secondo gli architetti “l’intero processo ha costituito una ricerca sul rapporto tra funzione, sensazione e geometria, dove il cambio di finitura ha portato ad ottenere atmosfere sempre differenti”.

 

Il progetto è stato menzionato per la categoria Healthcare Architecture nell’ambito del premio internazionale “Building of the year 2012”, bandito dal portale di architettura Archdaily.


di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Centro medico San Blas, Usera, Villaverde


Luogo
Madrid


Committente
Ayuntamiento de Madrid

 

Progettisti
estudio.entresitio

 

Superficie
5,430 mq

 

Progetto
2010


Per ulteriori informazioni
www.entresitio.com


Nell’immagine di apertura, vista dall’alto del centro medico di Villaverde. Foto © Roland Halbe

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico