A Mantova sorge l’arcipelago di Ocno, di Joseph Grima

Joseph Grima Mantova Arcipelago di Ocno

 

Un’altra installazione acquatica dopo The Floating Piers sul Lago d’Iseo. Questa volta siamo a Mantova, che ha deciso di estendere il programma culturale di Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 anche ai suoi laghi, ricchi di riferimenti mitologici e tradizioni letterarie.

Leggi anche l’articolo Capitale Italiana della Cultura 2018: candidate 21 città

Lo fa con l’installazione dell’architetto Joseph Grima: Arcipelago di Ocno, un arcipelago di isole galleggianti che trasformerà il Lago Inferiore in un palcoscenico. La sua forma richiama le foglie del fior di loto, che popolano poeticamente questi laghi, mentre il nome è quello del semidio, figlio dell’indovina Manto e del dio del fiume, che edificò una città sul Mincio in onore della defunta madre, là dove si erano rifugiati dopo che il padre fu richiamato a vivere tra i suoi simili.

Ocno costruì una città magnifica con ponti che collegavano le rive e insegnò ai pastori l’arte della musica. I laghi mantovani che disegnano il perimetro cittadino di Mantova, intesi all’epoca della loro realizzazione come una cintura protettiva, vengono percepiti, ancora oggi, come un confine netto che sembra impedire il dialogo con l’esterno. Oltrepassato il ponte di San Giorgio, Mantova appare invece come una bellissima roccaforte che invita ad essere scoperta.

L’Arcipelago di Ocno, infatti, ricuce idealmente le rive del lago offrendo un punto di vista della città nuovo, che finalmente oltrepassa i suoi confini valorizzando il rapporto già fortissimo che la città ha con l’acqua. Il lago diventa così uno dei palcoscenici di Mantova Capitale Italiana della Cultura, sottolineandone il profilo. L’arcipelago si animerà di musica, teatro e performance artistiche che esploreranno la ricca storia della relazione di Mantova con l’acqua, elemento centrale della sua forma urbana da quasi un millennio.

Spiega il sindaco Palazzi: “Dopo il Rio e i laghi, il nostro obiettivo è chiaro, vogliamo che Mantova recuperi il suo rapporto con l’acqua. Lo facciamo tramite la cultura e soprattutto chiedendo gli investimenti necessari per il risanamento, come previsto nel contratto di fiume. Le Isole di Ocno sono ‘piazze sull’acqua’ che ogni anno posizioneremo e animeremo con eventi e attività“.

“I mantovani sono stati privati per troppi anni del piacere di godere a pieno il rapporto con l’acqua – aggiunge l’assessore alla Rigenerazione Urbana Baroncelli – L’arcipelago vuole essere un’ulteriore spinta per proseguire il percorso di rigenerazione dei laghi e farli ritornare parte integrante del tessuto urbano e sociale di Mantova. Inoltre, l’arcipelago rappresenta finalmente un elemento di innovazione artistica e culturale che per il suo grande richiamo internazionale si affianca alle bellezze storiche e paesaggistiche della città”.

“Il risultato è Ocno – prosegue Grima – un arcipelago di isole galleggianti che accoglieranno concerti, eventi, spettacoli, conferenze e proiezioni sul laghi di Mantova, trasformandoli da uno sfondo pittoresco in un sito attivo della vita urbana“.

L’evento di apertura di questo nuovo palcoscenico della città (domenica 11 settembre, alle ore 20:00), alla presenza dell’artista, è affidato all’Orchestra da Camera di Mantova, che eseguirà la Settima Sinfonia di Beethoven con la direzione del Maestro Umberto Benedetti Michelangeli. Gli ospiti saranno accompagnati sull’Arcipelago, con partenza dal Lungolago Gonzaga (Lago Inferiore) tra le 18:30 e le 19:30, con apposite imbarcazioni.

L’Arcipelago sarà poi animato e visitabile in diversi momenti e giorni della settimana, con un palinsesto che prevede la possibilità di brevi visite durante il giorno o la sera al tramonto. Ogni venerdì sera sono in programma eventi speciali, concerti, perfomance di danza e istallazioni sonore. La domenica pomeriggio sarà dedicata ai laboratori per bambini mentre durante la settimana il calendario prevede serate di lettura del cielo astronomico.

Tutta la programmazione è curata da Fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo in collaborazione con il Settore Cultura del Comune di Mantova.

 

Per ulteriori informazioni
www.mantova2016.it

Per partecipare all’evento di inaugurazione è necessaria la prenotazione
Infopoint Casa di Rigoletto: 0376288208

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico