John Lewis Store a Leicester by FOA

Niente pareti opache per il nuovo emporio John Lewis di Leicester, ideato da Foreign Office Architects.
Il progetto sovverte il layout tradizionale degli spazi commerciali, che generalmente considera le pareti esterne come semplici contenitori “ciechi” di merci, proponendo un interessante involucro traforato che permette l’interazione visiva tra lo spazio interno e la città.

Per limitare e controllare la trasparenza della facciata, l’involucro è stato realizzato sovrapponendo due pelli identiche, allinenando perfettamente il disegno dei decori. Questo crea un doppio effetto visivo: quando si sta esattamente di fronte alle pareti si può vedere l’esterno attraverso gli spazi vuoti del disegno, ma quando si osserva da una posizione angolata, lo sfalsamento dei due livelli della trama oscura la visuale. Il doppio involucro svolge anche una pratica funzione di frangisole.

“Sapevamo che l’involucro dell’edificio non poteva essere totalmente trasparente – afferma Farshid Moussavi, direttore di FOA – , così abbiamo proposto di aggiungere una sorta di rivestimento a rete, fatto di una stoffa quasi traslucida. Avrebbe dato privacy al negozio, perché potevi guardare fuori senza riuscire a guardare dentro. Al cliente piacque, così abbiamo proceduto. Abbiamo anche pensato che il rivestimento doveva avere qualcosa a che fare con Leicester. La città ha un’industria di maglieria da oltre 200 anni ancora in funzione, un’alta percentuale di abitanti di origine indiana, con i loro sari brillanti, e John Lewis è conosciuto per le sue stoffe di qualità – un posto dove andiamo a comprare i nostri copriletto. Il rivestimento a rete, la maglieria e i sari ci hanno portato all’idea di una stoffa decorata.”

 

Per trovare il giusto disegno, l’architetto ha ispezionato l’archivio di John Lewis e, dopo aver scelto un paio dei suoi decori per tessuti, li ha combinati tra loro rendendoli più geometrici. Applicati alla facciata, i motivi floreali si sono infine trasformati in un singolare congegno ottico di mediazione tra interno ed esterno.

 

Collocato a ridosso della circonvallazione che veicola il traffico attorno al centro cittadino, l’edificio è stato concepito come segnale urbano permanente: la trama metallica, che di giorno riflette la luce del sole, durante la notte viene retroilluminata con combinazioni cromatiche variabili tra 256 colori.

 

Foreign Office Architects: www.f-o-a.net

John Lewis Department Stores: www.johnlewis.com/Shops/DShome.aspx

Fonte: www.bdonline.co.uk

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico