Italia prima alle Olimpiadi dell’architettura sostenibile e finalmente festeggiamo qualcosa

Ai Mondiali in Brasile c’hanno distrutto. Però i nostri progettisti green sono in cima al Mondo. L’Italia ha vinto il Solar Decathlon, le Olimpiadi dell’architettura sostenibile. Sul campo ha sconfitto l’Olanda e addirittura la Germania.

 

Dieci prove per le Unversità di 20 paesi, ogni due anni una sfida tra i migliori progetti residenziali. Lo scopo è dimostrare che la casa sia stata pensata per produrre più energia di quanto ne consuma, difendersi in modo passivo dalle temperature calde e fredde e controllare la qualità dell’aria.
E ha vinto l’Italia, con RhOME for denCity, la casa solare progettata e costruita dal team di Architettura di Roma Tre coordinato da Chiara Tonelli.

 

RhOME for denCity ha affrontato 19 abitazioni ecologiche provenienti dal mondo: Cile, Costa Rica, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, India, Messico, Olanda, Romania, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Tailandia e Taiwan.
Le caratteristiche: attenzione all’integrazione e all’inclusione sociale, reversibilità degli spazi, gli arredi recuperati, un sistema equilibrato di raffrescamento e riscaldamento e la capacità di gestione della casa con facilità, adattandola alle condizioni climatiche. Queste le caratteristiche che hanno convinto la giuria.

 

Erano presenti sponsor italiani, tra quelli più rappresentativi della green economy, e di sicuro questo ha reso più completo il quadro del progetto.

 

Una casa trasportabile in treno, in legno certificato a basso impatto ambientale, 65 metri quadrati, illuminazione naturale e artificiale, forte attenzione alla qualità dell’aria, massimo comfort e la massima salubrità. Un bel progetto architettonico. Riutilizzabile all’80% e riciclabile al 100%, pannelli solari fotovoltaici flessibili integrati nei tendoni ombreggianti delle logge, isolamento quasi integrale.

 

Noi della redazione di Architetti.com siamo contentissimi. Ma, diciamo la verità, la maggior parte degli italiani, se avessimo vinto il Mondiale di calcio, avrebbe sostituito la Coppa del Mondo con la Coppa Solar Decathlon per l’architettura sostenibile?

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico