Interior design, Piero Lissoni firma la libreria Codex per la Fondazione Aldo Morelato

L’architetto Piero Lissoni ha progettato e donato alla FAM (Fondazione Aldo Morelato) la libreria Codex, prodotta dall’azienda MORELATO, interamente realizzata in legno di frassino con struttura tinta nera e con ante rivestite di formica rossa.

 

Questa libreria bifacciale, dalle forme lineari ed essenziali, può essere posizionata a muro o a centro stanza come divisorio di ambienti. Codex è costituita da vani di differenti misure che rivestono l’intera superficie. L’effetto che si crea è quello di un reticolo geometrico di “vuoti e pieni”.
Il concept progettuale dell’Architetto Piero Lissoni è quello di una libreria “importante” nelle dimensioni (L230 H 190 P38cm), realizzata con pannelli in legno massiccio di minimo spessore (12 mm) per trasferire leggerezza a livello visivo, pur garantendo massima solidità alla struttura.

 

Codex entra così a far parte della collezione permanente del Museo sulle Arti Applicate nel Mobile (MAAM), dove sono presenti altri pezzi unici progettati da illustri nomi dell’architettura internazionale tra cui Paola Navone, Michele De Lucchi, Fabio Novembre, Aldo Cibic, Ugo La Pietra, Franco Raggi, Umberto Riva, etc…
Un impegno intenso che viene sempre più riconosciuto e apprezzato da stimati architetti che decidono di “lasciare” la loro firma al MAAM, arricchendo la collezione di nuove “opere d’arte”.

 

La Fondazione Aldo Morelato continua a promuovere la cultura del progetto inteso come “portatore di significati” con numerose iniziative come il bando di concorso, simposi, mostre itineranti, etc…

 

Per informazioni
www.fondazionealdomorelato.org

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico