Interior design, lo stile contemporaneo e di lusso dello studio C+L

Lo studio C+L si è occupato del relooking di una villa privata anni settanta. Il tocco dell’architetto Camilla Lapucci e dell’interior designer Lapo Bianchi Luci ha trasformato questa residenza, sviluppata su 3 livelli, in un simbolo di stile contemporaneo e di lusso.

 

di Silvia Tugnoli

 

Al piano terra si trova la cucina e la zona living, in un unico spazio aperto, luminoso, con solo qualche scalino che delimita gli spazi. Sin dalla zona giorno si capisce che il filo conduttore di tutto il progetto è la “geometria”: linee e superfici pulite caratterizzano tutti gli spazi. Elemento principe è la scala che porta al piano superiore, con struttura in acciaio e vetro, e con scalini in massello, arricchita da un corrimano scavato nel muro e retrolliminato che accompagna lo sguardo fino al secondo livello.
Al secondo piano le ampie camere da letto, caratterizzate sempre da colori neutri e figure semplici. Altro elemento importante è sicuramente la molta luce naturale che pervade gli spazi. Gli arredi, tutti di alto livello, scelti e pensati attentamente per creare giochi di volumi negli spazi. Non sono invadenti ma riescono a essere protagonisti delle stanze, e allo stesso tempo a mettere in risalto il progetto architettonico.
Al piano inferiore, invece troviamo lo spazio dedicato agli ospiti, con la camera da letto e la Spa privata, la Sweet Spa di Starpool illuminata da barre led RGB in dissolvenza. Il progetto della Spa è stato seguito dall’arch. Alessandro Dolci che ha realizzato in meno di 30 metri quadrati questo piccolo angolo di relax. Questo luogo è pensato per due persone, per essere un intimo ritrovo dove rilassarsi e prendere respiro dalla frenetica vita di tutti i giorni. Tutto il progetto si basa su giochi geometrici, e di volumi, in un perfetto equilibrio compositivo. Tutto è giocato sui colori del bianco di pareti e pavimenti, il beige della pietra, il legno degli arredi, colori e texture naturali a contrasto con sottili note di blu klein.

 

I materiali sono stati scelti perché molto empatici, confortevoli e igienici. La luce ha un ruolo fondamentale, oltre a quella naturale, sono ricreate molte soluzioni a incasso, e nascoste in tagli. Le attrezzature installate, SweetSpa e SweetSauna90, permettono di svolgere alcune delle attività tipiche di una spa e dell’idroterapia, come bagni caldi, bagni di vapore e docce di reazione, relax e idromassaggio.

 

Nell’immagine di apertura una vista dall’esterno

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico