Interior design, ecco gli elettrodomestici intelligenti di domani

È disponibile su iTunes Store il nuovo numero di DA Design&Architecture, la App sul design e l’architettura, dedicata, questa volta, ai giovani e al pensiero green. Il titolo è infatti Young and Green Design, downloaddalo gratutitamente da qui. L’articolo di apertura è una disanima sulla tecnologia utile e la tecnologia che ci lobotomizza e sugli elettrodomestici intelligenti di domani. L’idea del pezzo è nata dopo la visita all’Area Innovazione Hotpoint, brand di Indesit Company, realizzata da NUSSLI Italia durante il Salone del mobile 2012. Vediamone l’anticipazione in italiano (su DA lo troverete in inglese e potrete scorrere una ricca galleria di immagini e guardare un video).

 

di Giacomo Sacchetti

 

È corretto distinguere tra tecnologia che ci aiuta e tecnologia che non ci aiuta? Tra quella che ci frigge il cervello e quella che rende la nostra vita più semplice? Forse si, se pensiamo a come e quanto viene usata la Play Station da un lato e all’utilizzo che si può fare degli Smartphone o degli iPhone dall’altro: con la prima ci imbamboliamo, con i secondi ci aiutiamo (se siamo bravi). Questa è una mia opinione e molti potrebbero obiettare che gli Smartphone ci imbambolano tanto quanto ci imbambola la Play Station: gli Smartphone possono anche causarci problemi, per esempio, spingendoci a isolarci. Rappresentano, dunque, una tecnologia border line.

 

Per provare che davvero la tecnologia ci può aiutare, senza controindicazioni, parliamo allora di una che è solo utile, in modo inconfutabile.
In occasione di Eurocucina 2012, al Salone del mobile di Milano, NUSSLI Italia ha curato la realizzazione dell’Area Innovazione Hotpoint, brand di Indesit Company. Era un ambiente di 80 metri quadri nato dal progetto dello studio carlorattiassociati — walter nicolino & carlo ratti di Torino, per raccontare come saranno le cucine e gli spazi domestici di domani. Il segreto è l’integrazione di sensoristica avanzata e tecnologie di comunicazione.
Tutto parte da un’idea: in un futuro ormai prossimo sarà possibile controllare in remoto tutte le funzioni degli elettrodomestici con un dispositivo portatile e si potranno controllare dati, come la quantità di energia consumata o la qualità dell’acqua e dell’aria ambientale, che ci aiuteranno ad assumere stili di vita più sani e sostenibili e a semplificare molte azioni quotidiane: fare la spesa, decidere il menù per la cena o impostare la cottura del forno. La tecnologia che aiuta. È questa.

 

A questo punto interviene la curiosità: come funziona?
NUSSLI ha integrato la sensoristica e i comandi manuali all’interno di un elemento dal design minimale denominato “Sensing Ray”: una striscia luminescente che, se aperta a sfioro, diventa anche un’elegante maniglia. L’ampio display frontale assicura la comunicazione a distanza con l’utente poiché è possibile un controllo in remoto dei diversi apparecchi attraverso un’applicazione dedicata installata su tablet.
Durante l’esposzione un tavolo multitouch permetteva a più utenti contemporaneamente di simulare un’esperienza di cucina su piano a induzione. L’intuitività dell’interfaccia consentiva di accedere a un programma di supporto per la preparazione di diverse ricette con ingredienti che il piano stesso individua e pesa.
La parete sopra gli elettrodomestici era animata da uno schermo continuo, sul quale fluivano visualizzazioni di dati generati dagli elettrodomestici che salivano lentamente verso l’alto. Dalle pareti laterali, specchianti, comparivano video di personaggi a grandezza naturale che raccontavano la loro esperienza e l’impatto del sistema proposto.
Io, al Salone, l’ho provato. Per me, che sono la persona più lontana da un appassionato di cucina o di Gordon Ramsay, è una cosa grandiosa!

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico