In Viaggio con Calvino, architettura e città nell’opera di Italo Calvino

In programma alla Casa dell’Architettura di Roma, fino al 15 ottobre, e a Castiglione della Pescaia, dal 2 al 30 settembre in Palazzo Centurioni e nella “Biblioteca Italo Calvino”, la rassegna In Viaggio con Calvino dedicata al celebre scrittore e intellettuale – italiano di famiglia, cubano di nascita, ma di cultura assolutamente universale – contempla tante diverse manifestazioni per viaggiare tra temi, luoghi e ambienti in cui questo eclettico “personaggio” ebbe occasione di vivere, alla ricerca degli effetti provocati dalle sue invenzioni letterarie su tanti artisti e intellettuali del “secolo breve” e nostri contemporanei.

 

L’attualità delle opere di Italo Calvino, il suo attaccamento alla tradizione, ma anche l’attenzione al mondo che cambiava con rapidità inusuale sotto i suoi occhi e le innumerevoli relazioni con tanti protagonisti intellettuali. Questi alcuni degli elementi che hanno ispirato la rassegna, ideata per celebrare la ricorrenza dei novant’anni dalla nascita (Santiago de Las Vegas, Cuba, 15 ottobre 1923 – Siena, 19 settembre 1985), realizzata in collaborazione da Casa dell’Architettura e IXCO Istituto Italiano per la Cooperazione (O.N.G.), con l’adesione del Presidente della Repubblica.

 

Articolata in nove sezioni (letteratura, architettura, design, arti visive, fotografia, cinema, natura & ambiente, ergonomia & sostenibilità, storia & mitologia), la rassegna è per gran parte allestita nell’edificio dell’Acquario Romano, sede di Casa dell’Architettura, e nel pertinente spazio verde che è stato appositamente “trasformato” in un “Giardino delle parole” – grazie ai giovani progettisti Emiliano Spaziani, Anita Fiaschetti, Eleonora Tomassini e Salvatore Terrano, vincitori di un concorso -, dove l’Ambiente Naturale e l’Ambiente Progettato, temi così cari a Calvino, diventano i protagonisti dell’esposizione.

 

Nella Sala Centrale la Sezione Architettura, curata da Massimo Locci, si è tenuta, nella giornata inaugurale, la proiezione di mostra/video di Moreno Maggi – a cura di Diana Alessandrini – “Omaggio alle Città Invisibili. Ritratti di architetture”.

 

Spiega Massimo Locci “Nell’Opera di Italo Calvino è centrale il tema del processo, la curiosità per i meccanismi dell’innovazione espressiva, l’essere costantemente proteso verso il futuro; approcci che da sempre sono basilari per chi immagina strutture urbane, spazi architettonici o ambiti verdi. […] Contesti architettonici e narrazioni su temi urbani sono il presupposto per creare efficaci corti circuiti tra mondo del progetto, antropologia e letteratura: dalle “Città invisibili” (che sono anche le città ‘invivibili’) a “Palomar” (i giardini zen e i terrazzi), da “Collezione di sabbia” (la misura dello spazio-tempo e ritrovata propensione nomadica) a “La speculazione edilizia” (in particolare la devastazione del paesaggio). […] Nella sua opera l’architettura e la città svolgono un ruolo paradigmatico, sono lo strumento e il luogo di cui l’uomo dispone per rappresentare il mondo, lo spazio dove “continuare a giocare” e per dare “forma e figura” al contesto in cui vive. La sezione […] vuole definire un sintetico e libero percorso immaginifico. Partendo dai suoi scritti su Fourier si può arrivare all’architettura della leggerezza di Renzo Piano o alla prospettiva visionaria di Yona Friedman; dal senso del ‘grave’ della tradizione costruttiva ci si può connettere con la sfida alla verticalità dei nuovi high-rise o con l’utopia del possibile nell’architettura radicale di ispirazione italiana”.

 

Per la sezione Design, “La città che non c’è” con progetti degli studenti del 2° anno del corso di Product Design dello IED di Roma: in esposizione concept e idee elaborati per i campi di emergenza post-sisma, frutto di un progetto di ricerca che riguarda l’individuazione di risposte alle esigenze delle comunità colpite da un terremoto.

 

Per la sezione Fotografia, “VISIBILEinVISIBILE”, mostra fotografica che mette in evidenza l’influenza della visione calviniana sulla rappresentazione della realtà di alcuni grandi fotografi contemporanei.

 

Un volta conclusa, la rassegna sarà trasferita a Cuba, dove sarà ospitata all’Avana in occasione delle celebrazioni per il 90° anniversario della nascita di Italo Calvino ed anche in coincidenza della “Settimana della Cultura Italiana”.


SCHEDA EVENTO
In Viaggio con Calvino


Ideatori
Stefano Donati, Marco Marini


Rassegna a cura di
Stefano Donati, Massimo Locci e Marco Marini


Luogo
Casa dell’Architettura | Acquario Romano
Piazza Manfredo Fanti 47
Roma


Periodo mostra
dal 13 giugno al 15 ottobre 2013


Orari
dal lunedì al venerdì | 10.00-18.00
sabato | 9.30-12.30
domenica chiuso


Per ulteriori informazioni
www.inviaggioconcalvino.it
www.casadellarchitettura.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico