Illustrazioni per l’infanzia: a Sàrmede il paesaggio diventa un libro

“Ho sempre pensato all’insieme delle illustrazioni di un libro come a un paesaggio” (1), così si apre l’intervista realizzata dalla scrittrice e illustratrice Anna Castagnoli al suo collega, l’illustratore messicano Gabriel Pacheco, ospite d’onore alla 31a edizione della Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia di Sàrmede.

 

Un paesaggio che a Sàrmede, Comune della provincia di Treviso, come un libro illustrato si apre e pagina dopo pagina cattura il lettore con le parole e con le immagini. Invita a saltarci dentro, a seguire il percorso, a lasciarsi coinvolgere e infine a ricominciare da capo. Svela l’incredibile storia che dal 1968 lo vede protagonista di un racconto, per adulti e bambini, che trasforma le sue case, le sue strade e i suoi abitanti in testimoni di una grande magia.

 

È la fine degli anni Sessanta quando, dopo una rocambolesca fuga dall’Est, l’artista di origine praghese, Štěpán Zavřel, decide di stabilirsi a Rugolo di Sàrmede e di iniziare qui una nuova avventura artistica. La creatività dell’artista e l’energia delle Prealpi Trevigiane danno presto i loro risultati, la combinazione ideale all’esplosione di energia vitale, la conquista della libertà.

 

La sua attività di pittore e illustratore per l’infanzia richiama attorno a sé artisti, amici, allievi, persone di ogni lingua che raggiungono Zavřel per condividere idee, cultura, esperienze o per semplice curiosità. Numerosi sono i riconoscimenti che riceve in Italia e all’estero. Nel 1982 viene invitato al Metropolitan Museum of Art di New York per presentare l’esposizione delle sue opere sul tema Venezia Domani. “Marco prova ad immaginare Venezia, la sua città, sommersa dall’acqua della laguna. La piccola sirena che ha rappresentato nel suo disegno in classe, lo invita ad un affascinante viaggio nella città distesa sul fondo del mare, facendogli ritrovare e riscoprire tutte le meraviglie di Venezia adornate da alghe brillanti e da festoni di ricami. […] Il racconto sospeso fra sogno e realtà richiama l’attenzione sul problema dell’inesorabile degrado cui è sottoposta una delle nostre città – gioiello più ricche d’arte” (2).

 

Artista impegnato, sensibile al tema del paesaggio, affida la sua arte non solo alla carta ma anche alle pareti degli edifici pubblici e privati del paese, affinché la sua esperienza artistica diventi esperienza estetica, fonte di ispirazione per tutti.
Gli Affreschi continuano, oggi, ad essere occasione di collaborazione con artisti e illustratori da ogni parte del mondo. Nel 2001 tutte le opere, realizzate sul territorio comunale di Sàrmede e in altri comuni della zona, hanno fatto parte del progetto Luoghi di fiabafinanziato dal Comune di Sàrmede e dalla Comunità Economica Europea.

 

Custode oggi di questa preziosa esperienza sul territorio Veneto, Friulano e internazionale è la Fondazione Mostra Internazionale di illustrazione per l’Infanzia Štěpán Zavřel, nata dopo la morte dell’artista avvenuta nel 1999. L’impegno costante è rivolto alla trasmissione di questa realtà ricca di incontri, contaminazioni, linguaggi e sguardi diversi. Attraverso il coinvolgimento delle giovani generazioni, delle scuole, delle famiglie, del pubblico e degli artisti è possibile continuare a coltivare l’orto di una storia fatta di cultura e di lettura.

 

Nel 2012, in occasione del trentennale della Mostra, è stata inaugurata La Casa della Fantasia, uno spazio interamente dedicato alla fantasia e al libro illustrato. L’edificio, progettato dallo Studio Amati di Roma e D-Recta di Conegliano, accoglie oltre agli spazi della Mostra, la Scuola Internazionale di Illustrazione, realtà nata nel 1988 con i primi corsi organizzati da Zavřel, e il Centro di documentazione e di archivio del patrimonio artistico della Fondazione.

 

La Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia riceve illustratori, autori, editori e libri che raccontano la varietà del panorama internazionale promuovendo l’importanza culturale e la valenza pedagogica del libro illustrato.

 

L’edizione 2013, a Sàrmede fino al 26 gennaio prima della partenza verso nuove destinazioni,  propone molteplici percorsi di visita: la sezione dedicata all’Ospite d’onore, Gabriel Pacheco, intenso illustratore messicano; Fiabe dal Mondo, I sogni del serpente piumato – Fiabe e leggende dal Messico, un viaggio alla scoperta di storie fantastiche da un mondo antico e lontano; trenta illustratori e libri dal mondo, un’esperienza di contagiosa creatività all’insegna del tratto e del colore, da vivere attraverso le tavole di trenta illustratori di provenienza internazionale; Come nasce un libro, lo spazio dedicato a David Pintor per condividere la nascita di un libro illustrato, “Per me illustrare un libro è un po’ come girare un film” (3), e infine, La Scuola Internazionale d’Illustrazione, un’opportunità per gli allievi, di partecipazione attiva alla Mostra.

 

Questa è la storia di una realtà intensa e coinvolgente raccontata e illustrata in un libro da non chiudere mai.


di Laura Bonora


Note
(1) Lo specchio delle immagini. Intervista a Gabriel Pacheco – Sàrmede, paese della fiaba, in Catalogo “Le immagini della fantasia 31”.
(2) Štěpán Zavřel, l’illustrazione per l’infanzia – Le opere di Štěpán Zavřel, Venezia Domani. Società Editoriale Grafiche AZ s.r.l.
(3) L’Eco di David Pintor – Sàrmede, paese della fiaba, in Catalogo “Le immagini della fantasia 31”.


Per ulteriori informazioni
www.sarmedemostra.it
www.sarmede.org

www.studioamati.it

www.d-recta.it

 

Nell’immagine di apertura, il paese di Sàrmede, ingresso del Municipio, Yozef Wilkon. Foto di Alberto Grossi

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico