Il riciclo sposa il design: con Legno d’ingegno contenere diventa un gioco

Rilegno, Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno, presenta la terza edizione di Legno d’Ingegno, il concorso di idee di respiro internazionale volto alla progettazione e produzione di oggetti in legno recuperato o riciclato – sughero compreso – per stimolare l’incontro della sostenibilità ambientale con l’industria e con il mondo del design.

 

Dopo La Seduta – I edizione, 2006/2007, e Il mobile contenitore – II edizione, 2008/2009, il tema dell’edizione 2010/2011 di Legno d’Ingegno è Contenere è un gioco. Il concorso, rivolto unicamente a designer, architetti, o aspiranti tali “under 35”, intende così proporsi come uno stimolo a ideare e progettare qualunque oggetto atto a contenere, interpretando liberamente il concetto di giocosità. Lo scopo finale è quello di porre l’attenzione dei progettisti, della produzione industriale e del consumatore finale sull’importanza del recupero e del riciclo di una materia prima  così preziosa come il legno.
Librerie, comodini, mobili per l’ufficio, pensili per la cucina, scatole porta oggetti, box: qualsiasi tipo di mobile o oggetto di design creato per contenere cose può partecipare al concorso, alla condizione vincolante che sia realizzato in legno riciclato o di recupero.

 

In palio per i tre vincitori, un premio rispettivamente di 10.000, 5.000 e 3.000 euro. Oltre ai primi tre classificati, che saranno premiati durante l’edizione 2011 del Salone del Mobile di Milano, sarà attribuito un  “Premio Natura” e un  “Premio Creatività” come menzioni speciali. I riconoscimenti verranno valutati e decisi da una giuria di esperti  composta da un panel di architetti, designer, tecnici ed esperti di produzione industriale completata da Marco Gasperoni e Monica Martinengo (rispettivamente direttore generale e responsabile comunicazione del  consorzio Rilegno).

 

Grande successo hanno riscosso le due precedenti edizioni del concorso, a cadenza biennale, che nell’edizione 2008-2009 che ha visto selezionati per la fase finale circa 200 progetti su un totale di oltre 1000 iscritti, provenienti da ogni angolo del mondo (dagli Usa alla Tailandia, dal Cile alla Corea).
Due opere vincitrici delle precedenti edizioni di Legno d’Ingegno sono state di recente in mostra a Verona nel Palazzo della Gran Guardia in occasione della seconda edizione di Onirica (11-19 settembre 2010), in un sezione dedicata al design ecosostenibile: in esposizione Shift Lounger, sgabello multifunzione, 2° classificato a Legno d’Ingegno I edizione del gruppo di designer portoghesi Xis 77 e Mademoiselle Recycler, chaise longue a dondolo con tavolino coordinato, 3° classificato a Legno d’Ingegno I edizione del designer romano Giordano Caldarini.

 

Legno d’ingegno 2010/2011: modalità di partecipazione al concorso
Il bando di partecipazione al concorso è stato lanciato il 20 luglio scorso e le iscrizioni saranno aperte fino al 31 dicembre 2010.
Possono partecipare tutte le opere atte a contenere oggetti che si ispirino al criterio di giocosità, realizzate esclusivamente con legno di recupero o riciclato. Ogni elaborato deve essere presentato accompagnato da una documentazione che illustri le varie fasi progettuali: ideazione, scopo del progetto, analisi di fattibilità, modalità d’impiego del legno di recupero o riciclo, processo di realizzazione, documentazione tecnica, processo di prototipazione.

 

Le opere in concorso dovranno essere consegnate entro e non oltre il 28 febbraio 2011 alla Segreteria del Concorso, dopodichè saranno valutate da una giuria composta da rappresentanti del consorzio Rilegno e da un panel di designer, tecnici e produttori. La valutazione si baserà su criteri di originalità del progetto, riproducibilità su scala industriale, compatibilità ambientale per caratteristiche e processi di lavorazione.

 

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a studenti e aspiranti designer italiani e stranieri, diplomati e laureati, che non abbiano compiuto il 35° anno d’età al 31.12.2010. È ammessa la partecipazione di gruppi di progettisti, con la clausola di nominare un unico responsabile e referente. È ammesso un solo progetto per ogni partecipante.

 

Al termine del concorso verranno premiati i primi 3 classificati, che riceveranno rispettivamente un premio di 10.000 euro, 5.000 euro e 3.000 euro, con menzioni previste per le opere più meritevoli, che si distinguono per originalità ed ecocompatibilità.
La premiazione si terrà durante l’edizione 2011 del Salone del Mobile di Milano. La mostra di una selezione degli elaborati partecipanti sarà allestita nel contesto del Fuori Salone.

 

Il programma dettagliato del concorso e il bando di partecipazione sono disponibili sul sito.

 

 

Per ulteriori informazioni
Segreteria organizzativa Rilegno
via Pompeo Litta 5, Milano
Tel. 02 55196131 (dal lunedì al venerdì h. 9.00-13.00)
E-mail: info@rilegno.org

 
Rilegno
Via Aurelio Saffi, 83 
47042 Cesenatico, Forlì-Cesena
Tel. 0547 672 946
Fax 0547 675 244

Comunicazione
Monica Martinengo
Tel 0547 19092 39
E-mail: m.martinengo@rilegno.org

 

Nell’immagine, Mademoiselle Recycler, chaise longue a dondolo con tavolino coordinato del designer romano Giordano Caldarini, terzo classificato a Legno d’Ingegno I edizione, 2006-2007

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico