Il progetto di 5+1AA per la nuova sede BNL a Roma

Il progetto per la nuova sede BNL a Roma, concepito dallo studio 5+1AA, si inserisce in un contesto particolare e unico caratterizzato da una densa stratificazione di infrastrutture, che da elemento di separazione tra due significative aree urbane della città di Roma, diviene un nuovo luogo urbano grazie alla realizzazione della stazione per l’Alta Velocità.

 

L’area su cui insiste il nuovo edificio, per la sua conformazione geometrica e topografica e il  relativo orientamento, suggerisce a concepire l’edificio secondo il principio del “Giano Bifronte”: l’architettura assume un valore simbolico che si concretizza sia nella disposizione planimetrica, lineare a est e dolcemente deformata a ovest, sia attraverso la scrittura di una sequenza variabile di linee spezzate che consentono di creare uno spartito compositivo capace di produrre stupore e meraviglia nella metamorfosi dell’edificio.

 

La volontà è quella di non creare un “fronte e un retro” ma di dare origine ad un volume che sarà percepito sempre in maniera differente, per la sua capacità di reagire alla luce nelle diverse ore del giorno, durante i diversi giorni dell’anno.
All’interno le funzioni saranno articolate secondo un principio di stratificazione orizzontale, in una sequenza classica in cui il basamento ospita le funzioni “collettive” o meglio di interfaccia con il pubblico, la parte in elevazione è dedicata alle funzioni prevalenti come uffici, mentre l’ultimo piano, ovvero il coronamento, rappresenta lo spazio inatteso e unico che si pone in rapporto con il cielo.

 

Elemento particolare del progetto è la hall d’ingresso, un’area che nasce dal rapporto orizzontale-verticale, identificazione di una “unione-separazione” che diviene una “trasparenza-terrazza” per quattro livelli e scopre una cisterna d’acqua esistente, preservata come elemento originale ed intatto.

 

Il nuovo edificio si racconta con il colore argenteo delle facciata, la sua preziosità è riferita al tema della luce solare e dei suoi riflessi, alla capacità di definire un’atmosfera di trasparenze, opacità, specchiature con l’intorno.
Nelle ore del mattino e della sera, ovvero in quei momenti in cui la luce diventa incidentale lungo le pareti principali, annulla la percezione dei suoi limiti fisici confondendolo con la luce naturale.
Le pareti vetrate si alternano, a porzioni opache verticali, alla ceramica diamantata che riflette la luce nelle tonalità dell’argento, mai uguale a se stessa.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
BNL Headquarters


Luogo
Roma


Progettista
5+1AA, Alfonso Femia, Gianluca Peluffo


Progetto
2012-2016


Per ulteriori informazioni
www.5piu1aa.com

 

 

Nell’immagine di apertura, render del nuovo edificio BNL. © 5+1AA

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico