Il paesaggio deScritto | UNESCO world heritage sites

Ha inaugurato venerdì 4 giugno 2010 la mostra Il Paesaggio deScritto | UNESCO world heritage sites presso la Casa Italiana Zerilli Marimò della New York University. Sarà possibile visitare la mostra fino al 16 luglio 2010.
La più grande mostra fotografica mai realizzata, dedicata ai 44 Siti italiani inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è stata già ospitata dal 13 marzo al 18 aprile 2010 nelle prestigiose sale di Villa d’Este a Tivoli riscuotendo un grande successo: oltre 40.000 i visitatori.

 

Luca Capuano, il fotografo incaricato per compiere questa ricerca iconografica sul Patrimonio italiano, ha scattato migliaia di immagini durante questa riproposizione in chiave contemporanea dei Grand Tour, i viaggi di formazione romantica dei nobili europei che volevano immergersi nelle bellezze d’Italia, durato ben nove mesi: di queste, una selezione di oltre 450 andrà a costituire il nucleo di un’esposizione che nasce dalla necessità da un lato di produrre una documentazione accurata sullo stato dell’arte dei luoghi facenti parte della Lista in Italia e dall’altro dalla volontà di proporre al pubblico una visione complessiva dello straordinario paesaggio che abbiamo la responsabilità di preservare e capire per poterlo tramandare alle generazioni future come momento di elevata riflessione sull’umanità stessa.

 

Dalle Dolomiti alla Sicilia lungo la Penisola che tutti ci invidiano, della bellezza e dei contrasti, dei centri storici, dei monumenti più celebri o delle preziose località spesso poco conosciute dal grande pubblico, la mostra parlerà un linguaggio iconografico particolare e unico, impregnato allo stesso tempo di atteggiamento documentale e rappresentazione della contemporaneità: è infatti lo sguardo di un solo unico autore, fotografo di architettura ma anche autore forte e indagatore dell’attuale, rigoroso nelle prospettive e nella ricerca sugli spazi, a farsi interprete di questa indagine particolare a metà tra la necessità di una filologia di un Patrimonio, costituitosi nel proprio tempo con il suo percorso storico e i suoi significati originali, ed il rapporto espressivo che esso oggi ha con il presente.

 

Una mostra dunque che diventa un appuntamento imperdibile per gli appassionati di cultura nel senso più ampio, del sapore unico e delle meraviglie della natura e dell’arte, ma anche un vero evento per coloro che invece vogliono affrontare un percorso importante nella fotografia autorale contemporanea: qualunque sarà la chiave di lettura, protagonista indiscussa sarà l’Italia, con le sue crepe e i suoi bagliori, i paesaggi e le visioni puntuali, con le sue armonie e contraddizioni, quel tesoro che porta il nostro paese al primo posto nel mondo per numero di Siti riconosciuti universalmente come Patrimonio dell’Umanità e a farsi interprete dei principi di inalienabilità della cultura e della natura come elementi fondamentali per lo sviluppo della società e per il mantenimento della pace e della solidarietà promossi dall’UNESCO anche grazie a queste iniziative.

 

Le affascinanti fotografie di Luca Capuano, esposte in occasione della mostra, saranno inoltre disponibili e acquistabili su artistocratic.com, la galleria on line di fotografie italiane d’autore, partner dell’Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio Mondiale Unesco. Un’opportunità unica e innovativa quindi per i visitatori di poter acquistare online le fotografie stampate e incorniciate così come le hanno potute ammirare durante la mostra secondo i più alta standard qualitativi. Le opere di Luca Capuano entrano quindi in una collezione dedicata all’interno della galleria che propone un’ampia scelta di opere, dagli scatti storici alle più belle fotografie d’arte contemporanea, di maestri della fotografia italiana e selezionati artisti emergenti, da Franco Fontana a Fulvio Roiter, da Aurelio Amendola a Carlo Borlenghi, da Maurizio Galimberti a Davide Bramante.

 

Le fotografie di Luca Capuano, realizzate nel corso di diversi mesi e lungo migliaia di chilometri, riescono a raccontare i Beni culturali e ambientali attraverso una visione nuova. I siti  per essere rappresentati senza persone ed elementi di modernità, sono stati perlopiù fotografati fuori orario di affluenza come la mattina presto, al tramonto o addirittura la notte. Scatti “senza tempo” che non vogliono porre l’oggetto come lontano e irraggiungibile, sacralizzato nel suo significato. Allo stesso modo ARTISTOCRATIC, che investe da sempre nella qualità del prodotto artistico proponendo nella sua galleria on line le fotografie d’autore, offre la possibilità di “guardare con occhi diversi” il mondo che ci circonda. Per questa ragione ha scelto di realizzare questa collaborazione con l’Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio Mondiale Unesco per poter offrire a un pubblico ampio e diversificato le splendide immagini di Luca Capuano che ritraggono le bellezze architettoniche e paesaggistiche del nostro territorio in maniera inedita.

 

Promossa e organizzata dall’Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, in collaborazione con il Ministero dei Beni Artistici e Culturali, la mostra, una volta terminata, verrà interamente donata dall’Associazione Città e Siti Patrimonio Mondiale Unesco e alla Casa Italiana della New York University, importante centro della cultura del nostro paese in America, per sottolineare l’importanza dell’interscambio culturale che sottende la natura stessa dell’Unesco.

 

SCHEDA EVENTO

Il paesaggio deScritto | UNESCO italian world heritage sites

a cura di Tommaso Gavioli

 

Luogo
Casa Italiana Zerilli Marimò
della New York University
24 West 12th Street
New York, NY 10011-8604
Tel:  (212) 998-8730       
Fax: (212) 995-4012
E-mail: casa.italiana@nyu.edu

 

Periodo
dal 4 giugno al 16 luglio 2010

 

Organizzato e Promosso da:
Ministero per i Beni Artistici e Culturali
Associazione Città e Siti Patrimonio Mondiale UNESCO

In collaborazione con:
la Casa Italiana Zerilli Marimò della New York University

Con il Patrocinio di:
Commissione Nazionale UNESCO presso il Ministero degli Esteri

 

Coordinamento  e logistica a New York:
Elsa de Giovanni per la Casa Italiana Zerilli Marimò

Per il Segretariato Permanente dell’Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio UNESCO:
Arianna Zanelli e Carla Bottoni

Comitato Tecnico-Scientifico per l’Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio UNESCO:
Carlo Francini e Laura Carsillo

Testi critici:
Emiliano Gandolfi (urbanista), Luca Capuano (fotografo), Carlo Francini (storico dell’Arte), Tommaso Gavioli (curatore), Pierfrancesco Frillici (critico fotografico)

 

Informazioni e Contatti
ARTISTOCRATIC
Via San Vitale, 27 Bologna
Tel. 051.269267
Fax: 051.2960748
E-mail: info@artistocratic.com

 

Nell’immagine, Acquileia, Basilica Patriarcale. Foto di Luca Capuano

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico