Architettura e paesaggio, Roland Baldi tra i vincitori di Iconic Awards 2016

Lo studio di architettura Roland Baldi architects ha vinto il premio internazionale Iconic Awards 2016 Best of Best per la caserma dei Vigili del fuoco volontari di Fleres, nella categoria Architecture.

Leggi anche Biennale Architettura 2016 su Google Arts and Culture con oltre 3700 immagini

Gli Iconic Awards sono il primo premio internazionale di architettura e design che considera le varie discipline nella loro interazione e sono indetti dal Rat für Formgebung (fondato nel1953 su iniziativa del Deutscher Bundestag per rafforzare la competenza del design dell’economia germanica). Il sottotitolo – Best of Best – esplicita la volontà di valorizzare l’architettura come sistema, dove niente è lasciato al caso.

Facciate monolitiche, l’uso di pochi e semplici materiali e l’integrazione simbiotica con l’ambiente naturale circostante sono le caratteristiche principali del progetto di Roland Baldi architects che, nel 2014, vinse l’Iconic Award per la funivia di Merano 2000.

La caserma dei Vigili del fuoco volontari di Fleres sorge in un luogo particolarmente esposto a pericoli naturali. Il versante franoso retrostante l’area di costruzione è stato ripreso come un elemento di design distintivo per la progettazione della nuova stazione dei pompieri.

La stazione dei vigili del fuoco è stata concepita come una continuazione logica dei depositi detritici e crea una simbiosi sia con il suo ambiente naturale sia con la diga e il bacino di raccolta costruiti per la protezione dell’edificio. Il volume del fabbricato sembra perforare la diga inverdita e continuare otticamente il movimento del deposito di materiale delle frane verso valle.

Le due zone funzionali – l’autorimessa e i locali di servizio e di amministrazione – sono facilmente leggibili attraverso i due volumi di altezza differente spostati fra loro. Mentre la parte dell’edificio verso monte, contenente i magazzini e i vani secondari, è stata parzialmente inglobata nella diga di protezione, l’autorimessa e i locali amministrativi fuoriescono dal corpo della stessa.

L’elemento più caratteristico dell‘edificio sono le sue facciate monolitiche, che sono caratterizzate da un linguaggio moderno e semplice e dalla scelta ridotta dei materiali: pietra, vetro e alluminio.

Per il rivestimento dell’intera facciata sono stati impiegati pietrisco e pietre dolomitiche provenienti dall’asportazione del materiale detritico del conoide. L’utilizzo di una facciata a gabbioni con pietrame tipico del posto rafforza l’identità tra edificio e area d’intervento e collega il linguaggio moderno dell’edificio con il suo contesto ambientale.

Sull’assegnazione degli Iconic Awards è chiamata a decidere una giuria indipendente di rinomati rappresentanti negli ambiti dell’architettura, architettura d’interni, design e comunicazione del marchio. Quest’anno la giuria era composta da: Michel Casertano (Atelier Brückner GmbH, Stoccarda), Marco Dessí (Studio Marco Dessí, Vienna), Louise Kiesling (Coop-Himmelb(l)au, Vienna), Corinna Kretschmar-Joehnk (JOI-Design GmbH, Amburgo), Andrej Kupetz (Rat für Formgebung, Francoforte), Silvia Olp (Phoenix Design Stoccarda/Monaco/Shanghai), Stefan Weil (Atelier Markgraph, Francoforte).

La cerimonia ufficiale di premiazione si è tenuta lo scorso 4 ottobre alla BMW World di Monaco di Baviera.

 

Roland Baldi architects lavora nel settore dell’architettura e dell’urbanistica, ma si occupa anche di progetti di architettura d’interni, di paesaggio e di design. Tra i progetti più importanti dello studio vi sono il Masterplan per la zona Rosenbach (ex-caserma Mignone) a Bolzano, il parco aziendale Syncom a Bressanone, la sede universitaria di Brunico, la centrale per il teleriscaldamento di Chiusa, la funivia di Merano 2000 e la sede della TechnoAlpin a Bolzano.

Molti dei progetti finora realizzati hanno ottenuto premi e riconoscimenti nazionali e internazionali, e sono stati esposti in varie mostre importanti (fra le altre: Biennale di architettura di São Paulo 2012, La Biennale di architettura di Venezia 2006, “Architetture recenti in Alto Adige 2006-2012”, mostra personale alla galleria Prisma a Bolzano 2012, Premio Architettura Città di Oderzo, Premio Architettura Alto Adige 2013, best architects award 2014, alpitecture meets biennale 2014). I progetti dello studio sono caratterizzati dal motto “simple but different” e sempre attenti agli aspetti della sostenibilità.

 

Per ulteriori informazioni
www.iconic-architecture.com
www.archbaldi.it

 

Nell’immagine, vista notturna della caserma. Foto © Oskar Da Riz

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico