I Vincitori di Tradizione, Devozione, Ambizione. Concorso di restauro architettonico

Si è tenuta sabato 25 settembre scorso, nella prestigiosa sede di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta, Padova, la cerimonia di premiazione di Tradizione Devozione Ambizione, il concorso sul restauro architettonico ideato dal mondo delle Pro Loco. Il concorso, giunto alla 2° edizione nazionale e a tutt’oggi unico nel suo genere in Italia, premia i migliori interventi di restauro nelle 4 categorie: dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura. Il tema della giornata è stato: Patrimonio Culturale materiale e immateriale nel restauro architettonico. La mostra delle opere vincitrici è patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

 

Secondo una recente indagine del Touring Club Italiano, in Italia ci sono 44 siti Unesco, 3.800 musei, 1.800 aree archeologiche. A questi si aggiunge quella trama fittissima di beni cui si ispira il Concorso TDA. L’iniziativa vuole promuovere la cultura della tradizione, della devozione e dell’ambizione, che rimane “viva” grazie ai soggetti che recuperano e restituiscono i beni alla comunità locale. L’iniziativa pone l’accento sul tema della valorizzazione di opere già esistenti, premiando il restauro inteso come lavoro di recupero e conservazione del nostro patrimonio, anche in funzione della restituzione di un bene alla comunità: tra i criteri adottati dalla Commissione giudicatrice, oltre al buon esito del restauro, vi sono infatti la valenza sociale e la fruibilità del sito.

 

La cerimonia di premiazione si è tenuta lo scorso 25 settembre in Sala delle Conchiglie di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta. Il tema prescelto per la cerimonia è stato proprio quello del patrimonio culturale materiale e immateriale, su cui l’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, il soggetto promotore del Concorso, sta lavorando da tempo. Dopo i saluti di apertura, il Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto Ugo Soragni, in qualità di presidente della Commissione giudicatrice, ha presentato gli obiettivi e i contenuti dell’iniziativa. A seguire i saluti della Regione Veneto, delle Autorità presenti e dei partner di progetto. A proclamare e premiare i 4 vincitori nelle categorie – dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura – è stato Fernando Cuogo, Direttore Generale di San Marco Terreal Italia, azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l’architettura che ha sostenuto il Concorso fin dal suo avvio. A coordinare i lavori è stato l’ideatore del concorso e responsabile del Dipartimento Cultura e Territorio dell’UNPLI Fernando Tomasello.
Il Concorso – commenta Tomasello – si propone di sostenere la valorizzazione e la conoscenza del nostro patrimonio architettonico, favorendone la promozione e la fruizione attraverso lo sviluppo di attività turistiche e iniziative culturali collegate; al tempo stesso intende sostenere l’integrazione tra l’attività della Sovrintendenza, dei soggetti istituzionali e delle Pro Loco nella sua salvaguardia”.

 

I vincitori
Quattro le categorie in concorso: dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura.
Tre i vincitori assoluti:
– Per le Dimore Storiche: la Cascina Medici del Vascello a Venaria Reale (Torino) presentata dall’Arch. Andrea Mascardi;
– Per gli Edifici di Culto: la Chiesa Paleocristiana di S. Zeno in Costabissara (Vicenza) presentata dal Sindaco Giovanni Maria Forte;
– Per le aree per la Cultura: il Museo di Geologia e Paleontologia di Palazzo Cavalli a Padova presentato dall’Arch. Giovanna Mar.

 

Due i vincitori ex aequo per le aree pubbliche:
il Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Venezia) presentato dall’Ing. Loris Vedovato; 

il Parco Teresio Olivelli di Tremezzo (Como) presentato dall’Arch. Davide Corti.

 

Tre le menzioni speciali:
– per gli edifici di culto alla Chiesa Del Cristo Redentore e S. Ludovico D’Angiò di Napoli, presentata da Nicola Flora – FGP Studio;
– per le aree per la cultura alla Biblioteca Civica “Elsa Morante” di Lonate Ceppino (Varese) presentata dall’Arch. Pierpaolo Danelli;
– ancora per le aree per la cultura al Teatro Amantea Paolella di Rossano (Cosenza), presentato dall’Arch. Emilio Barrese.

 

L’iniziativa ha posto l’accento sul tema della valorizzazione di opere già esistenti, premiando il restauro inteso come lavoro di recupero e conservazione del nostro patrimonio, anche in funzione della restituzione di un bene alla comunità. Presenti alla premiazione i 20 presidenti Regionali dell’UNPLI con il Presidente Nazionale Claudio Nardocci.
Il Concorso – ha commentato Tomasello, ideatore del progetto – ha voluto favorire il radicarsi di una cultura diffusa della recupero del nostro patrimonio in una prospettiva di fruizione sostenibile. La salvaguardia del patrimonio culturale materiale e immateriale è quanto di più vicino c’è al fare pro loco”.

 

I patrocinatori
L’iniziativa è patrocinato da Ministero dei Beni e Attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto, Associazione Italiana Città del Laterizio, Associazione Nazionale Costruttori Edili, ANDIL, Città Murate del Veneto, Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Master in Governance delle Risorse Turistiche Territoriali dell’Università di Padova, con il fondamentale sostegno di sostegno di San Marco  – Terreal Italia e il contributo di  Regione Veneto, Unione Regionale delle Province del Veneto, UNPLI Servizio Civile Nazionale, UNPLI Veneto, Ometto Costruzioni.

 

LA MOSTRA
Le opere vincitrici saranno esposti in mostra nelle sale affrescate della Galleria Est di Villa Contarini e rimarrà aperta al pubblico fino al 31 ottobre 2010 all’interno della Villa.
L’esposizione, pensata come presentazione itinerante, è stata insignita del patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO in considerazione dell’alto valore dell’iniziativa, volta alla promozione e alla valorizzazione del restauro dei beni architettonici.

 

 

Villa Contarini
Biglietteria
Tel. 049 5590347
Segreteria
Tel. 049 8778272–73
Fax 049 9619016
E-mail: villacontarini@regione.veneto.it

 

Orari di apertura
Tutti i giorni (domeniche e festivi compresi)
dalle ore 9.00 alle ore 19.00
chiusura biglietteria ore 18.00
mercoledì chiuso

 

Sabato 23 ottobre 2010, per motivi organizzativi, fine visite alle ore 13.00

 

Per informazioni sul Premio TDA
Tel. 049660405
E-mail: info@concorsotda.it

 

Nell’immagine, il Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Venezia), Loris Vedovato, vincitore ex aequo per le aree pubbliche

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico