I padiglioni per la Shanghai West Bund Biennial di schmidt hammer lassen architects

Ha inaugurato ufficialmente la scorsa settimana la Shanghai West Bund Biennial for Architecture and Contemporary Art, Cina. L’edizione 2013, dedicata ai temi Reflecta e Fabrica, è una vetrina internazionale sui temi dell’architettura contemporanea, arte e teatro. Lo studio danese schmidt hammer lassen architects è stato invitato a realizzare una serie di padiglioni, accanto alle realizzazioni di alcuni dei più famosi architetti a livello internazionale, tra cui Wang Shu, vincitore del Pritzker Prize nel 2012.

 

Il contributo di schmidt hammer lassen architects alla Biennale è costituito da un padiglione-installazione artistica, The Cloud, e da una composizione di padiglioni che ospitano servizi e attività quali una caffetteria, una galleria espositiva e un bookshop.
I padiglioni sono collocati lungo il Xuhui West Bank Riverside, accanto a una gru industriale, simbolo di equilibrio e gravità. Scopo del padiglione The Cloud è di sottolineare il contrasto tra leggerezza e materialità.

 

Il padiglione The Cloud è la quintessenza della leggerezza, immaterialità e caos” ha spiegato Kristian Lars Ahlmark, partner di schmidt hammer lassen architects. “Appendendo centinaia di corde bianche alla copertura del padiglione, l’effetto che si ottiene è quello di una nuvola che cambia continuamente. Il movimento dei visitatori o una lieve brezza creano un leggero movimento delle corde, sottolineando la natura organica dell’installazione e l’immaterialità dello spazio. Nella cultura cinese la nuvola è un simbolo importante e segno di buona fortuna”.

 

Percorrendo il sentiero lungo la riva del fiume, i visitatori sono guidati da The Cloud, che possono attraversare come parte del percorso lungo l’area della Biennale.
La composizione di padiglioni crea un collegamento visuale e un chiaro riferimento alla storia e alla natura industriale del sito. I padiglioni sono rivestiti in acciaio corten il cui colore e texture sottolineano la relazione con il patrimonio industriale. La forma e l’orientamento dei padiglioni sono stati determinati in base alle visuali verso il vicino ponte, la gru e il fiume.

 

Mentre The Cloud è stato progettato come esperienza di interazione spaziale, i padiglioni sono strutture per la contemplazione, il riposo e il relax.

 

Abbiamo collaborato con il committente, la Xuhui Development Corporation, su diversi progetti nel West Bank di Shanghai o nelle aree limitrofe, tutti attualmente in fase di sviluppo. Invece i padiglioni per la Biennale sono stati progettati e realizzati in soli tre mesi, e sono il risultato dell’ottima collaborazione tra il committente, la Tongji University e lo studio schmidt hammer lassen architects”, ha affermato Chris Hardie, associate partner e direttore della sede di Shanghai di schmidt hammer lassen architects.

 

La Shanghai West Bund Biennial for Architecture and Contemporary Art promuove Shanghai come centro culturale per l’architettura e le arti. Yung Ho Chang (Zhang Yonghe), ex Direttore del Dipartimento di Architettura al MIT e uno dei più importanti architetti della Cina, è il curatore della Biennale, che ha inaugurato lo scorso 19 ottobre e che si terrà fino al 19 dicembre 2013.


a cura di Federica Maietti


SCHEDA PROGETTO
Pavilions for the Shanghai West Bund Biennial


Luogo
Shanghai, Cina


Committente
Xuhui Development Corporation


Lead design architect
schmidt hammer lassen architects


Local design institute
TJAD, Tongji University


Superficie
The Cloud pavilion: 190 mq
Support facility pavilions: 240 mq


Per ulteriori informazioni
www.shl.dk

 

Nell’immagine di apertura, schmidt hammer lassen architects, vista notturna del padiglione The Cloud lungo il Xuhui West Bank Riverside di Shanghai

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico