Housing Contest. Nasce il repertorio delle case con alte prestazioni e basso costo

L’industria delle costruzioni ha avviato una rivisitazione del proprio processo produttivo teso ad offrire alloggi a prezzi più contenuti degli attuali, pur mantenendo elevati livelli prestazionali.

 

Assimpredil Ance, FederlegnoArredo, l’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e IN/ARCH Sezione Lombarda insieme all’Assessorato allo Sviluppo del Territorio del Comune di Milano hanno deciso di lanciare una sfida a progettisti, imprese di costruzione, produttori di componenti anche di arredo, promuovendo il “Bando Europeo per la formazione di un Repertorio di Progetti per Edifici Residenziali ad alte prestazioni e basso costo”. L’iniziativa mira ad ottenere proposte progettuali di edilizia residenziale con elevate prestazioni tecniche e tecnologiche, con costi molto contenuti e con tempi di realizzazione garantiti.

 

I proponenti hanno avvertito la necessità di fare chiarezza e di mettere a fattor comune gli sforzi degli attori della filiera delle costruzioni, per offrire alla domanda pubblica e privata risposte reali, concrete, fattibili e confrontabili fra di loro. Questo obbiettivo è stato condiviso con il Comune di Milano, che ha fatto dell’Housing Sociale una centralità nella propria politica urbana con lo strumento del nuovo Piano di Governo del Territorio.

 

Con questo Housingcontest, primo in Italia nel suo genere, si intende promuovere qualità architettonica, ricerca ed innovazione nel settore dell’edilizia residenziale, attraverso esempi concreti di edifici ad elevate prestazioni tecnologiche realizzabili a costi e tempi contenuti. I progetti che supereranno la selezione tecnica e qualitativa entreranno a far parte di un Repertorio dove i committenti potranno attingere, ovunque vorranno operare, potendo così formulare business-plan puntuali e certi a livelli qualitativi predefiniti.

 

Il Bando richiede ai partecipanti impegno e sforzi notevoli ma sarà, per coloro che supereranno l’esame, la vetrina delle eccellenze progettuali e costruttive, diventando il punto di riferimento per chi voglia partecipare alla definizione di una nuova politica industriale del settore e contribuire alla soluzione del problema casa. Un problema che riguarda una parte consistente della popolazione italiana e che, solo per Milano, il nuovo PGT stima interessare 30.000 famiglie.

 

L’Assessorato allo Sviluppo del Territorio del Comune di Milano, Assimpredil Ance, FederlegnoArredo, l’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e IN/ARCH Sezione Lombarda sono certi che gli investimenti necessari per partecipare al Bando saranno apprezzati e riconosciuti dal mercato.

 

Che ci sia bisogno di casa a prezzi accessibili è cosa nota. Che ci sia stata la crisi che abbia acuito ancor più questo bisogno è cosa altrettanto nota – ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo del Territorio, Carlo Masseroli –. All’inizio della crisi ho ipotizzato che questo predetto momento potesse paradossalmente generare le condizioni per supportare il tema dell’housing sociale con tutta la dignità dovuta. E così è stato. La politica ha scritto le regole, le associazioni di imprese e i professionisti del settore hanno raccolto la sfida. Questo bando è la rappresentazione di un metodo nuovo che chiama la responsabilità di tutti. Solo se ognuno sarà disposto a mettere in gioco un pezzettino del suo – ha concluso Carlo Masseroli – Milano potrà essere scelta per vivere, per lavorare, per studiare, per giocare, per abitare”.

 

Con questo Bando – ha affermato Claudio De Albertis, presidente Assimpredil Ance – intendiamo incrementare le sinergie tra costruttori e progettisti, per elevare la qualità del prodotto casa, adeguandolo alle richieste della committenza ed ai progressi tecnologici. Il prodotto casa è sostanzialmente fermo agli anni 50 nei modelli tipologici, nei processi e nelle tecnologie costruttive. È indispensabile uno sforzo per ricercare idee e soluzioni innovative: siamo convinti che il Repertorio riceverà tutta l’attenzione che merita. Gli sforzi dei partecipanti saranno premiati dal grande favore del mercato”.

 

Il sistema legno arredo ha accolto con grande favore il Bando che risponde ad una politica di sviluppo che si sta evolvendo all’interno della nostra Federazione – ha sottolineato il presidente di FederlegnoArredo Rosario Messinan –. Si tratta di una grande opportunità per il mondo delle costruzioni anche di legno ed è un importante modello di sinergia tra la rappresentanza delle imprese, i professionisti e l’amministrazione pubblica uniti tutti nell’obiettivo di esemplificare una offerta di case ad alta qualità a prezzi contenuti. La nostra sfida all’interno del Bando prevede anche la realizzazione di due Abachi uno di prodotti di arredo e uno di finiture messi a diposizione dagli associati di FederlegnoArredo e rispondenti ai requisiti di costi contenuti e alta qualità, a cui i partecipanti al Concorso dovranno attingere per predisporre i progetti degli alloggi arredati”.

 

Siamo lieti di essere tra i promotori di questo concorso – ha dichiarato Daniela Volpi Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano – che si propone di selezionare architetture innovative, che coniughino qualità e giusto prezzo, con la doverosa attenzione al risparmio energetico. Abbiamo lavorato per mesi alla stesura del bando e speriamo che i progetti partecipanti siano numerosi. Abbiamo aderito a questo progetto perché crediamo che lo sviluppo delle città di domani, della loro immagine ma soprattutto della loro vivibilità, sia nelle mani di architetti creativi e capaci di dialogare con le pubbliche amministrazioni, le imprese e l’industria in un lavoro di squadra. Avere allo stesso tavolo tutti questi operatori ed una giuria molto qualificata porterà alla creazione di un “repertorio” che farà storia”.

 

È nello spirito di IN/ARC, istituto creato da Bruno Zevi e che ha sempre visto riuniti imprenditori e progettisti – ha dichiarato Gaetano Lisciandra, vice presidente di IN/ARCH Sezione Lombardia – che nasce questo repertorio teso a migliorare la qualità architettonica nel rispetto e nel contenimento dei costi, tenendo conto delle innovazioni tecniche e tecnologiche. Siamo lieti che questo spirito trovi oggi una brillante esplicitazione pratica”.

 

Per partecipare al Bando, disponibile sul sito www.housingcontest.com sarà possibile iscriversi fino al 21 gennaio 2011 e gli elaborati dovranno essere consegnati entro il 31 maggio 2011. I progetti dichiarati ammissibili in base alle specifiche del Bando saranno valutati dalla Giuria tecnica, che verificherà i requisiti prestazionali di eccellenza richiesti, composta dall’arch. Renzo Bassani, dal dr. Stefano Berti, dall’arch. Marco Cerri, dal prof. Manuela Grecchi, dall’arch. Tiziana Poli, dall’arch. Clara Rognoni e dall’ing. Marco Sottile e dalla Giuria qualitativa, che valuterà la qualità del progetto con l’attribuzione di una o più stelle (max 3), composta dall’arch. Pierluigi Nicolin, dall’arch. Anna Maria Pozzo, dall’arch. Guillermo Vazquez Consuegra, dall’arch. Franco Zinna e dall’arch. Cino Zucchi.

 

Tutti i progetti saranno presentati alla prossima edizione della fiera internazionale di architettura e edilizia di Milano, MADE expo in programma alla Fiera di Milano dal 5 all’8 ottobre 2011 e nella mostra che si svolgerà in Triennale.

 

Housing Contest
Bando Europeo per la formazione di un Repertorio di Progetti per Edifici Residenziali ad alte prestazioni e basso costo

 

Scarica il bando

 

Segreteria organizzativa
AIE Servizi S.r.l.
Via San Maurilio 21 20123 Milano
info@housingcontest.com
www.housingcontest.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico