Portoni sezionali Hormann, soluzioni per famiglie che crescono

Da oltre venticinque anni lo studio professionale dell’arch. Antonella Zoia si occupa prevalentemente di edilizia residenziale e architettura d’interni nell’area di Milano e provincia, con progetti per nuove costruzioni e ristrutturazioni realizzati per conto di privati e di società immobiliari. Fra i progetti più recenti si distingue una residenza unifamiliare dall’immagine sobria e misurata quanto ricca di personalità. Ecco una breve intervista, due domande.

 

Com’è nato questo progetto?
“L’intervento ha interessato la ristrutturazione e l’ampliamento di un fabbricato esistente e scaturisce da una concreta necessità della famiglia che oggi lo abita. Con la nascita del terzo figlio, infatti, avevano iniziato a cercare un’abitazione più spaziosa e dotata di giardino, allo scopo di migliorare la qualità della vita domestica. La scelta è caduta su un anonimo edificio risalente agli anni ’60 che offriva la possibilità di ampliare le superfici edificate.

 

Abbiamo perciò potuto intervenire in maniera radicale, mantenendo praticamente solo le strutture portanti esistenti. L’idea originaria che ha guidato la progettazione è stata sviluppata con coerenza, ridisegnando ex novo l’intero edificio secondo una concezione contemporanea sia dal punto di vista dello spazio architettonico, sia delle tecnologie e dei materiali impiegati.
Al piano terra, le ampie aperture trasparenti inondano ora gli ambienti di luce naturale e permettono di godere della vista sul giardino, arricchito anche da una piscina. Al piano superiore, invece, le camere da letto sono disposte su due livelli e assicurano a tutti gli abitanti uno spazio a misura delle proprie esigenze.
Per il volume esistente, dal disegno classico con tetto a falda, è stato mantenuto il rivestimento a intonaco di colore bianco, mentre la parte in ampliamento è rivestita con pietra a spacco, dal colore grigio chiaro, e presenta ampi aggetti lineari; il basamento dell’edificio invece, è sottolineato da superfici più scure.”

 

Quanto hanno pesato le scelte in materia di contenimento dei consumi energetici?
“Trattandosi di una ristrutturazione è stato possibile accedere, per parte dei lavori realizzati, alle detrazioni fiscali del 50%. Abbiamo anche migliorato notevolmente le prestazioni energetiche rispetto all’edificio preesistente, ma senza troppa enfasi: i committenti, infatti, hanno voluto concentrare le proprie risorse sulla qualità dei materiali e delle finiture.

 

Uno degli ambiti più curati è stato quello dei serramenti, realizzati in alluminio: sono stati scelti coniugando estetica, tecnologia, praticità d’uso, affidabilità ed efficienza energetica; sono abbinati a tapparelle a schermo totale, in alluminio coibentato di colore grigio antracite.

 

La scelta dei portoni per i box ha seguito la stessa filosofia, puntando a quanto di meglio offre il mercato: i portoni Hörmann – che ho installato anche nella mia casa – costituiscono un punto di riferimento per il settore e offrono le migliori garanzie in termini di qualità complessiva del prodotto. Anch’essi sono di colore antracite, scelto per far risaltare le aperture rispetto al disegno generale dei prospetti, caratterizzato dal candore dei paramenti murari.”


Alte prestazioni per il box di casa
La villa è equipaggiata con due portoni sezionali Hörmann modello LPU40, con superficie grecata M e finitura Titan New Silkgrain. I portoni (altezza 2.125 mm, larghezza 4.500 e 2.500 mm) sono dotati di motorizzazione Supramatic E BI Secur, con ricevente esterna (HER 4BS) e relè a 4 canali per l’integrazione con il sistema antifurto e di apertura automatica del cancello esterno. L’ingombro ridotto dell’applicazione “L” ribassata ha permesso la perfetta installazione del portone più grande, preceduto da una ripida rampa.
I portoni LPU40 presentano dimensioni massime di 3 metri (altezza) e 10 metri (larghezza): sono realizzati con elementi d’acciaio a parete singola e doppia, in quest’ultimo caso isolati con schiuma in poliuretano, e sono protetti con mano di fondo a base di poliestere. Le guarnizioni perimetrali ermetiche a elasticità permanente assicurano un’ottimale tenuta agli agenti atmosferici e idonei livelli di coibentazione termica. Ulteriori fasce intermedie tra i singoli elementi e la guarnizione a pavimento, in grado di compensare eventuali lievi irregolarità, garantiscono inoltre una maggiore stabilità e uno scorrimento più agevole e silenzioso.


Residenza unifamiliare
Progetto architettonico                    Arch. Antonietta Zoia
Produttore
                                    Hörmann
Portoni sezionali  
                          LPU 40
Concessionaria  
                            Frimar Srl
Agente   
                                     Massimo Frigerio

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico