Heretical Design, una nuova Carta di Atene: incontro con Andrea Branzi

Si terrà oggi, lunedì 27 maggio 2013, a Milano il primo incontro di una serie di tre lectures tenute da Andrea Branzi, illustre architetto, designer e docente NABA – Nuova Accademia di Belle Arti Milano.

 

Gli incontri saranno dedicati al tema Heretical Design, nel contesto di una ampia riflessione su passato, presente e futuro del design nel mondo globalizzato.
Heretical Design
si confronta con l’ortodossia della modernità classica del secolo scorso e affronta i temi del XXI secolo, del tutto nuovi rispetto all’idea della città industriale di Le Corbusier e della fiducia nel progresso verso un futuro nell’ordine culturale e sociale.
Una nuova avanguardia nasce dal disagio verso un design indifferente alla storia reale, elegante, auto-referenziale, ma sempre più lontano dai temi antropologici come la vita, la morte, l’eros, il sacro, il destino, il mistero dell’arte. Un’eresia di lunga data che ha attraversato sotto-traccia la nascita del Movimento Moderno e oggi emerge come nuova drammaturgia che risale alle radici profonde del progetto, per indagare nuove energie creative.


Andrea Branzi, architetto e designer, nato a Firenze nel 1938. Nel 1964 ha fondato il gruppo Archizoom, che ha guidato a livello internazionale il movimento dell’architettura radicale; la sua tesi di laurea e numerosi progetti sono conservati presso il Centro Georges Pompidou di Parigi. Autore di numerosi libri e curatore di numerose mostre sulla storia e la teoria del design. Compasso d’Oro alla carriera nel 1987.

 

Lecture in italiano con traduzione simultanea in inglese.


SCHEDA EVENTO
Andrea Branzi
Heretical Design #1

Una nuova Carta di Atene


“Culture(s) of project”, 2013, n.3
a cura del Biennio Specialistico in Design, Interior Design


Luogo
Domus Academy Building | Aula 11
Via Darwin 20, Milano


Data
lunedì 27 maggio 2013


Orario
ore 18.30


Per ulteriori informazioni
blog.naba.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico