Gli Hooligans rovinano la Barcaccia: e due badilate sulla faccia?

I tifosi del Feyenoord arrivati a Roma per la partita di Europa League devastano la città. La fontana della Barcaccia di Pietro Bernini diventa una piscina gonfiabile da giardino, attorno e dentro alla quale giochi con gli amici già ai primi caldi di primavera, visto che sei nordico e hai la pellaccia che ti dice che dieci gradi vogliono dire ESTATE. Estate italiana. Baldoria. Questo è il paese delle libertà. Hai visto Ivan il terribile? Ha fatto quello che voleva. Gli italiani quando parli di calcio sbarellano e non vedono più lume, non sono più lucidi, perdono il controllo. C’è una bella fontana a Roma, quall a forma di barca, andiamo a giocarci, che noi qui in Olanda di fontane così non ne abbiamo. Gli Hooligans sono colpevoli, però anche noi c’abbiamo messo del nostro.

 

Dice il presidente del Consiglio Matteo Renzi: “Noi siamo persone civili, come molti tifosi in Europa, ma quello che è successo a Roma non ha nessuna giustificazione”. “Se ci sono state sottovalutazioni, degli errori da parte nostra, lo verificheremo”, ha aggiunto. Dario Franceschini auspica “punizioni esemplari” e il sindaco Ignazio Marino, FURIBONDO, assicura che “NON FINISCE QUI” e fa polemica sulla sicurezza. Il leader della Lega Matteo Salvini chiede le dimissioni del ministro dell’Interno Angelino Alfano. Accuse a caso.

 

Il sindaco Marino va all’attacco di questura e prefettura. “Il sindaco, anche della Capitale, non ha alcun potere sui Carabinieri, sulla Polizia, sulla Guardia di finanza. Esiste una figura che si chiama prefetto, che ha i poteri, conferiti dal ministero dell’Interno, per gestire la sicurezza e l’ordine pubblico in una città”. Ha centrato il problema. Ma lui è il Sindaco.. un colpo di telefono al Prefetto per assicurarsi che tutto fosse controllo già lunedi mattina? La domanda sembra uno scherzo, ma non lo è. Di fronte a un evento di questo tipo, dopo che nel novembre scorso i croati avevano inchiodato San Siro per Italia Croazia e dopo che Ivan Bogdanov si era preso gioco di noi nel 2010, tutti devono fare tutto perché non succeda niente.

 

Piazza di Spagna è stata ripulita, la Barcaccia svuotata da ogni tipo di rifiuti. Tardi.

 

Sopra, quindi, le reazioni delle nostre Istituzioni. Gli Hooligans hanno fatto quello che volevano per due giorni (mercoledi sera e mercoledi) in centro a Roma. I negozianti hanno chiamato le autorità ma niente, nessuno li ha ascoltati. I soldi per la sicurezza sono sempre meno e queste sono le conseguenze. Senza considerare il fatto che si tratta di sicurezza delle persone, molti beni culturali importanti sono stati lasciati in mano ai teppisti.

 

Come fate a dirci che ci tenete? Con quale altro aggettivo se non STUPIDO può essere definito l’atteggiamento di chi prima restaura la Barcaccia e poi la lascia nelle mani degli Hooligans che la riempiono di palloncini, fumogeni e bottiglie di birra. Non ne hanno però solo fatto un bel contenitore gigante di immondizia, l’hanno anche scheggiata in parte. Ma immagino avranno impiegato un po’ di tempo per farlo, e nessuno è arrivato a fermarli. La polizia ha tardato troppo a intervenire, soprattutto dopo che martedi sera già gli ultras avevano fatto bisboccia in centro. Ok, i poliziotti disponibili erano pochi, ma martedi sera ci avevano dato un assaggio di quello che avrebbero fatto. C’è stato tempo per raccogliere le forze.

 

Tra qualche mese, verrà fuori un’intercettazione telefonica del Prefetto che dice al sindaco “Si, ma tanto romperanno qualche monumento, che vuoi che sia?”. Ma decidere di mandare un numero sensato di uomini a dare due badilate nella faccia agli Hooligans?


“Sotto accusa finisce il dispositivo di sicurezza predisposto per il temuto match di Europa League tra giallorossi e Feyenoord”. La questura parla di una partita preparata da gennaio con le autorità olandesi, che però avrebbero segnalato solo poche centinaia di tifosi pericolosi sui circa 5 mila “ufficiali”. Molti di meno di quelli protagonisti di violenze a Roma. Preparata malissimo, è chiaro, con pochi uomini a disposizione per un eventuale (che si è verificato) disastro.
Se guardo le immagini che girato in questi giorni (anche solo quella sopra)… bisogna veramente dormire per non accorgersi che sta succedendo un casino simile. Le forze dell’Ordine devono organizzarsi prima di partire, va bene, ma quanto ci vuole? Davvero avete creduto che 100 poliziotti sarebbero stati sufficienti?

 

“Siamo stati costretti a chiudere. Ma ci chiediamo come sia possibile che i tifosi olandesi siano stati lasciati liberi di girare a migliaia in città senza controlli. Già martedì sera qui a Campo de’ Fiori la polizia era stata costretta a caricare per disperdere alcuni ultras ubriachi”. Questa è la verità, e viene da un negoziante, che non si deve nascondere dietro a niente per dire come stanno le cose. I capi del nostro paese invece sembra non abbiamo il coraggio di non farlo.


L’ira di Franceschini “È una vergogna. Non sono tifosi, sono vandali”. Vabè. Lui è Ministro dei Beni Culturali, non si occupa della sicurezza, ma dice sempre le stesse cose. “Sotto accusa finisce il dispositivo di sicurezza predisposto per il temuto match” si legge.

 

Arrestate quel dispositivo di sicurezza.

 

di Enrico Patti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico