Gary Hill. Tra parola e immagine

“Proprio com’è accaduto un anno fa la Soprintendenza apre la sua sede monumentale all’arte contemporanea in occasione di ArtVerona. Potrà sembrare un po’ invadente per l’edificio settecentesco dalle forme classiche e però abbiamo pensato che da questa apparente antitesi possa derivare un segno di libertà. L’esperienza non punta a esibire una nuova area espositiva, ma semmai a valorizzare un luogo della storia cittadina, dove l’architettura, i ricordi, il presente e la suggestione di una visone notturna si fondono in un paesaggio urbano che potrebbe apparire originale anche a chi vive abitualmente a Verona. Coabitando con esso e, in apparenza, combattendolo, l’allestimento che abbiamo immaginato per la Dogana settecentesca la fa vivere “contemporaneamente” in un’altra dimensione che mi pare quanto mai “storica”, quasi fosse il Tempo stesso. Garry Hill, e la sua poetica del vedere, è parso adatto a noi, oggi, in quel modo di sentire e vivere un’energia esistenziale; una immersione nella moderna storia di uomini cui è stata sottratta la grandezza e che in questo spazio del presente vorremmo provare a trovare in equilibrio e in armonia”.

 

Fabrizio Magani
Soprintendente per i beni storici artistici ed etnoantropologici delle province di Verona, Rovigo e Vicenza

 

La mostra di Gary Hill si tiene nell’ambito della VI Edizione di ArtVerona, dal 14 al 18 ottobre 2010. Per il secondo anno consecutivo, in occasione dell’evento, la Soprintendenza B.S.A.E. di Verona, Rovigo, Vicenza apre la sua sede monumentale all’arte contemporanea.
Dopo l’installazione video di Andrea Dojimi, curata da Andrea Bruciati nel 2009, protagonista quest’anno è Gary Hill, autore contemporaneo trai più importanti nell’ambito dei nuovi media, che presenta per tre serate alcune opere fondamentali del suo percorso creativo.

 

Attraverso uno stile personalissimo, Hill indaga da sempre il rapporto fra parola e immagine, procedendo all’analisi delle connessioni tra linguaggio e forma e tra identità e corpo, in narrazioni non lineari capaci di sollecitare attivamente la riflessione del pubblico sull’interferenza del linguaggio con la realtà. I suoi lavori affrontano un ventaglio di temi che va dalla fisicità del linguaggio, alla sinestesia, all’enigma percettivo fino al diretto coinvolgimento del riguardante nell’opera d’arte attraverso uno scambio interattivo tra i differenti spazi ontologici. Grazie alla creazione di un originale scenario fisico e sonoro, l’evento intende restituire una temporanea insolita percezione del Palazzo della Dogana, data dall’inedito connubio tra architettura del passato e codici artistici contemporanei, inducendo il visitatore alla rimeditazione delle categorie spazio-temporali, dei valori della memoria e delle possibili variazioni identitarie, anche dei luoghi.

 

 

Nato nel 1951 in California, Gary Hill è uno dei più importanti esponenti della scena artistica internazionale. Nato come scultore inizia a operare con il video nel 1969 diventando dagli anni Settanta pioniere nella sperimentazione e ideazione della videoarte e delle video-installazioni. Negli anni Ottanta si concentra sull’indagine della forza semantica delle nuove tecnologie e sulle infinite combinazioni tra elementi visivi, sonori e verbali. I suoi lavori sono stati presentati nei maggiori centri di esposizione di arte contemporanea: MOMA di New York, Pompidou di Parigi, Documenta di Kassel, Biennale di Venezia dove, nel 1995, l’artista ha ricevuto il Leone d’oro per la scultura. Nel 2005 Hill è stato protagonista a Roma con la suggestiva installazione Resoun-140 ding Arches presso il Colosseo e il Tempio di Venere.

 

 

SCHEDA EVENTO

Gary Hill. Tra parola e immagine

 

Nell’ambito di ArtVerona
14-18 ottobre 2010

 

Luogo
Palazzo della Dogana
via Corte Dogana 2/4
Verona
Ingresso gratuito

 

Periodo
giovedì 14, venerdì 15, sabato 16 ottobre

Orario
dalle ore 20.00 alle ore 23.00

 

Nell’immagine, Palazzo della Dogana, Verona

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico