Frost by Roberto Paoli

Frost è un’altra riflessione di Roberto Paoli intorno al tema del tavolino a ponte, una delle più interessanti perché include molti concetti presenti nel suo lavoro: come nella scrivania Elvis c’è l’espressione di un movimento congelato nel suo svolgersi (frost) e, ancora, l’idea di generare una funzione con una linea (curva) che può sembrare solo un esercizio formale. L’idea di partire dalla rigida lastra di vetro per creare un oggetto tridimensionale attraverso il taglio e la piegatura qui si arricchisce della metafora letteraria di Robert Frost, il poeta americano che descriveva “La strada che non presi”: la lastra che genera il Frost prende due differenti “strade” di curvatura per creare un piano di appoggio continuo più alto e un piano più piccolo, più in basso, che si curva a originare un portariviste.

 

SCHEDA PROGETTO

Frost
Tavolino basso generato da due differenti percorsi di piegatura della lastra di vetro dopo il taglio centrale

Materiale
Vetro curvato

Cronologia
Progetto: 2004

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico