Foster and Partners progetta il Padiglione degli Emirati Arabi Uniti Expo 2015

Presentato il progetto di Foster & Partner per il Padiglione degli Emirati Arabi Uniti all’interno di Expo 2015. Lo studio londinese propone un padiglione che evoca una città del deserto, portando il visitatore all’interno di un viaggio nella sostenibilità che trova le proprie radici nella tradizione.

 

L’edificio occupa un grande sito vicino al centro dell’Expo, vi si accede tramite gli assi principali di circolazione da cui i visitatori vengono letteralmente catturati attraverso un ingresso ad imbuto: una sorta di canyon, definito da due pareti ondulate alte dodici metri, prosegue per tutta la lunghezza del lotto, plasmandosi in maniera dinamica in una serie di onde parallele che evocano le forme sinuose delle dune di sabbia.

 

La struttura delle pareti sarà composta da pannelli in cui verrà impressa la texture di vari tipi di sabbia, ottenuta mediante foto scattate nel deserto arabo, a cui farà eco, al centro del percorso principale, un “falaj digitale”, uno schermo lungo 75 metri che simula il tradizionale corso d’acqua utilizzato per l’irrigazione nei paesi arabi.
Il progetto mira ad ottenere la certificazione LEED Platinum attraverso una progettazione che combina principi passivi di risparmio energetico e tecniche attive, quali il riciclo dell’acqua o l’integrazione di pannelli fotovoltaici nella struttura.

 

L’edificio è stato progettato per essere riciclato e ricostruito negli Emirati Arabi Uniti dopo l’Expo.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Padiglione degli Emirati Arabi Uniti
Expo 2015


Committente
National Media Council


Luogo
Milano


Progettisti
Foster & Partners


Cronologia
2013-2015


Per ulteriori informazioni
www.fosterandpartners.com
www.expo2015uae.com


Nell’immagine di apertura, vista di uno dei percorsi interni al padiglione. © Foster & Partners

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico