Formazione professionale continua, il Regolamento per gli Architetti in vigore dal primo gennaio 2014

Il Regolamento per l’aggiornamento professionale continuo approvato dal Consiglio nazionale degli architetti (Cnappc) è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 17 del 16 settembre 2013. La Riforma delle professioni, all’articolo 7 del DPR n. 137/2013, ha infatti introdotto l’obbligo della formazione permanente, con l’acquisizione di crediti formativi obbligatori annuali. Le regole entreranno in vigore dal 1° gennaio 2014.

 

Il Cnappc ha messo a punto una piattaforma telematica in base alla quale effettuare gestione ed erogazione della formazione prevista dalle norme di riferimento o richieste dagli iscritti.

 

Il Regolamento è composto di 9 articoli:
– Art. 1: Definizione, ambito di applicazione e obiettivi;
– Art. 2: Gestione dell’aggiornamento e sviluppo professionale continuo;
– Art. 3: Esoneri;
– Art. 4: Illecito disciplinare;
– Art. 5: Ambito di applicazione dell’aggiornamento e sviluppo professionale continuo;
– Art. 6: Durata, unità di misura e contenuto dell’obbligo;
– Art. 7: Uniformità del riconoscimento dei Crediti Formativi;
– Art. 8: Procedure di accreditamento;
– Art. 9: Entrata in vigore e disciplina transitoria.

 

Scarica il Regolamento sulla formazione professionale del Architetti pubblicato sul Bollettino ufficiale del Ministero della Giustizia

 

Il Consiglio Nazionale degli Architetti ha scelto la strada della semplicità e della velocità per rendere facilmente accessibile e praticabile un obbligo di legge che può invece trasformarsi in un’opportunità di crescita, per aumentare la competitività degli architetti italiani: la metodologia didattica offre infatti anche la possibilità di fare formazione a distanza, su internet o su reti intranet.

 

Nell’immagine di apertura, una scena di “La regola del gioco” di J. Renoir

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here