FFF | FIRENZE FAST FORWARD

Dopo il successo del primo numero uscito durante la scorsa estate, FFF torna ad alimentare nuovi visioni culturali e scenari progettuali alternativi per Firenze. Come la bistecca che campeggia sulla copertina, FFF “è al sangue!”, in libreria e adesso anche in edicola.

 

Le riflessioni dell’astrofisica Margherita Hack, la Firenze dei romanzi di Marco Vichi, cosa vorrebbero le famiglie per la città e il proprio quartiere, i disegni di Gianluca Costantini, maestro del fumetto di realtà. Sono alcuni dei contenuti del nuovo numero di FFF, il semestrale dedicato alle idee e alle visioni di Firenze. Una rivista nata con l’intento di dar voce a quella categoria di visionari che con impegno creativo e grazie al proprio lavoro hanno contribuito a delineare un futuro possibile per la città. Partendo dalla loro testimonianza, dalle proposte e dall’analisi del loro operare, FFF offre una visione globale delle risorse progettuali e delle forme di produzione creativa presenti a Firenze. Con la speranza di favorire una presa di coscienza più consapevole, capace di stimolare iniziative, interventi e azioni volte a migliorare le condizioni di vita della città. Una città meno arroccata, che guarda al futuro e che dunque si mette in gioco.
Dall’introduzione: “Il sangue è quello delle idee, delle risorse progettuali e degli sforzi visionari che si disperdono nella città di Firenze – scrive Marco Brizzi – Quanti progettisti ne hanno speso, con scarso o nullo risultato, nella volontà di tenere viva la città alla quale hanno sovente dedicato il loro più grande impegno? Quanti artisti ne hanno prodotto, come conseguenza di un rapporto intimo con i suoi ambienti e con la sua storia?”.
Sangue! Strano, dovrebbe star dentro”, dice Fielding Mellish, controllando una ferita, in Bananas di Woody Allen. Per quanto sia fisiologico che non tutti i progetti, nemmeno i migliori, trovino un tessuto da irrorare e spazio per realizzarsi, è probabile segno di una patologia il loro sistematico sperpero. E a Firenze, dal sangue versato dai progetti, alle idee morte sopite, a quelle uccise per soffocamento, ce ne sarebbe per un museo criminale da aggiungersi ai vari “musei” della tortura e dell’orrore che proliferano nelle sue strade”.

 

L’INDICE DEL NUMERO 2 DI FFF

 

Al Sangue
di Marco Brizzi

Lunatici
Memorie e riflessioni di una fiorentina
di Margherita Hack

Urbanistica Parassita
di Francesco Ventura

Fare l’intellettuale a Firenze
di Peppino Ortoleva, Valentina Pittarelli, Marco Quinti, Riccardo Ventrella

 

ORIZZONTI

 

Grid unlocked. La rete dell’informazione libererà quella dei trasporti
di Carlo Ratti, Walter Nicolino, Giovanni de Niederhausern

Fatti Futuribile Fiorenza
di Yates Buckley

La città pensiero
di Lorenzo Brusci

 

RACCONTI

 

Benvenuti a Wonderland City
di Gilberto Corretti

A tu per tu con l’arte
di Maria Gloria Conti Bicocchi

Un rinascimento a Firenze
di Bill Viola

Mariotti sulla città
di Andrea Rauch

Decenni rock. Caos sonoro a Firenze
di Bruno Casini

 

VISIONI

 

Gruppo di famiglia in esterno
di Sociolab

L’organismo urbano
di Giacomo Costa

L’odore della città
di Marco Vichi

Firenze e la sabbia
di Lapo Binazzi (UFO)

La stazione di Firenze è molto bella
di Daniele Lombardi

 

AZIONI

 

Gli architetti dovrebbero stare dappertutto, ma non nelle botteghe
di Alberto Breschi

Un Atlante fiorentino
di Angelika Stepken a colloquio con Erick Gönrich e Ines Shaber

Salotto Live
Claudio Ripoli e Paola Iafelice

Il teatro senza limite
di Manu Lalli

M.C.D. = Freeshout?! 2009
di Erika Gabbani

 

RECITE

 

L’area archeologica del quartiere San Lorenzo. Guida agli scavi
di Alessio Savorelli

Souvenir

Mappe

2010 Oroscopo fiorentino

Illustrazioni
Gianluca Costantini

 

Curata dal grafico Gianni Sinni e dall’architetto Marco Brizzi, FFF è anche uno spazio aperto online per tutti coloro che vogliono lasciare impressioni e suggerimenti ed essere sempre aggiornati sulle iniziative e gli eventi promossi da FFF.

 

FFF è in vendita in libreria e adesso anche in edicola, o direttamente sul sito.

 

Nell’immagine, Copenhagen Wheel, sviluppata dal Senseable City Laboratory del MIT con Ducati Ingegneria e Ministero dell’Ambiente Italiano. Foto di Max Tomasinelli

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico