FFF al Tempo Reale Festival 2010

La definizione di nuovi spazi per la musica, la presenza di protagonisti della ricerca musicale contemporanea, il lavoro sui luoghi sono gli elementi al centro dell’edizione 2010 del Tempo Reale Festival, in programma fino al 15 ottobre 2010 in diversi luoghi della città di Firenze.
Con il titolo REWIND. La musica dal futuro al passato, il Festival intende gettare un ponte tra la storia della musica di ricerca e le esperienze più recenti: l’occasione giusta per proporre opere fondamentali del linguaggio contemporaneo reinterpretate in una luce nuova, ma anche nuove esperienze sonore del panorama italiano e internazionale.

 

L’Associazione culturale FFF (Firenze Fast Forward) riconosce nell’ambito degli eventi proposti dal Tempo Reale Festival 2010 alcune importanti significative azioni di qualificazione spaziale nella città di Firenze, invitando tutti i suoi membri e gli amici alla raccolta di questi inediti Urban Fruits.

 

Urban Fruits è il titolo sotto cui si riuniscono le molteplici iniziative pubbliche dell’Associazione culturale FFF. Non ha una temporalità rigida né limitata, comprende una serie di iniziative di dibattito che si protrarranno nel corso dell’anno in vari luoghi della città.
Scopo degli Urban Fruits è di costruire un network di condivisione delle esperienze e delle riflessioni messe in atto, per quanto riguarda il design urbano, in varie città con analoghe manifestazioni organizzando allo scopo eventi pubblici di incontro.
Urban Fruits diventa quindi un contenitore permeabile che accompagna alcune delle migliori iniziative esistenti in città, che aderisce alle prospettive più convincenti, incoraggiandole e sostenendole con pratiche di condivisione e di comunicazione. Ma soprattutto realizzando interventi e azioni di civic design attraverso la costruzione di una successione indefinita di eventi urbani nei quali convergano forze attive sulla piazza (gruppi, progettisti, cittadini, enti pubblici e privati,ecc.).
Della rivista FFF si mette in gioco il patrimonio di idee e di progetti che la città di continuo esprime. Dell’associazione FFF si mettono in gioco le forze in grado di organizzare e di mantenere vive le relazioni necessarie al percorso virtuoso di aggregazione e di produzione culturale intorno ai temi e alle pratiche di design activism.

 

Tra gli eventi segnalati dall’Associazione FFF, Hora Harmonica di Albert Mayr, il concerto-installazione che, durante la serata di mercoledì 13 ottobre, coinvolgerà in una speciale crono-concertazione lo spazio del Museo Marino Marini.
L’opera si base su una duplice idea di trasformazione: la struttura del suono diventa struttura temporale, e questa struttura temporale articola a sua volta il suono. Il lavoro consiste nella suddivisione di 60 minuti in parti armoniche fino al dodicesimo parziale. La struttura temporale risultante viene a sua volta resa udibile attraverso l’articolazione corrispondente di uno spettro sonoro: alla fondamentale viene assegnato il periodo di 60′, alla seconda armonica quello di 30′, alla terza quello di 20′, e così via. Mentre la versione su nastro è stata presentata in numerose occasioni, questa è la prima esecuzione con musicisti dal vivo. Durante l’esecuzione gli ascoltatori potranno muoversi liberamente nel museo e lasciare che i suoni diano forma temporale ai loro pensieri, alle loro sensazioni ed attività.

 

Per informazioni: www.temporeale.it

 

L’Associazione culturale FFF ha lo scopo di raccogliere in una prospettiva multidisciplinare tutti coloro che, come progettisti, designer, intellettuali, musicisti, politici o artisti, per citare solo alcune della categorie che intervengono progettualmente sulla realtà, riconoscono la necessità di promuovere la riflessione e la produzione di visioni sulla cultura urbana contemporanea. Tale produzione trova il proprio campo di intervento naturale nella città di Firenze pur in un costante dialogo con le analoghe esperienze rintracciabili in Italia e all’estero.

 

L’Associazione promuove l’esigenza di un rinnovato impegno personale e collettivo nonché di più efficaci criteri per qualificare, attraverso il progetto, la vita nella città contemporanea. In questo processo di sensibilizzazione l’Associazione si avvale del supporto della rivista omonima FFF di cui sostiene, nelle più diverse forme, la riflessione attraverso l’organizzazione di eventi, workshop e incontri pubblici.

 

L’Associazione tende a mettere in gioco la sperimentazione sulle potenzialità del design nello spazio urbano per dare concretezza ai termini, molto dibattuti ma poco praticati, di progetto etico, sostenibile, partecipato e socialmente responsabile. L’Associazione si propone, all’interno delle proprie finalità, di agire come soggetto aggregatore delle singole professionalità e competenze dei soci che possono essere, di volta in volta, coinvolte nell’organizzazione delle iniziative associative.

 

L’Associazione FFF, in virtù degli scopi che si propone, intende perseguire le seguenti finalità:
– promuovere la cultura del design come volano per il miglioramento sociale, civile e democratico della società;
– partecipare direttamente alle diverse forme di progettualità presenti nella città contemporanea;
– collaborare e offrire il proprio supporto ad altri soggetti impegnati nel perseguimento delle sue medesime finalità;
– promuovere progetti innovativi per la città contemporanea;
– realizzare iniziative di carattere pubblico in grado di produrre un fertile confronto, sui temi del progetto, tra Firenze e le altre città del mondo;
– sviluppare azioni di comunicazione puntuale o diffusa finalizzate a far crescere la consapevolezza dei cittadini sui temi del progetto e della trasformazione della città;
– promuovere la formazione e la didattica nel campo del design, della comunicazione visiva e più in generale della progettazione culturale come un bene per la persona e un valore sociale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico