Fare i conti con l’ambiente: a Ravenna arriva Philippe Daverio, e non solo

È tutto pronto per l’inaugurazione di Fare i conti con l’ambiente, manifestazione di Ravenna, giunta alla sesta edizione, dedicata ai temi della sostenibilità ambientale e alle buone pratiche in tema rifiuti/acqua/energia. Prenderà il via il 25 settembre (con chiusura il 27) e sarà un evento a km zero (si svolge infatti interamente nel Centro Storico pedonale di Ravenna all’interno di 15 Sale attrezzate, in Piazza del Popolo e nelle principali vie del Centro Storico).

 

Evento nell’evento sarà la conferenza di Philippe Daverio, che torna a Ravenna per la terza volta. Fare i conti con l’ambiente: il vero capitale – Atto III è il titolo della proposta.
Philippe Daverio (leggi l’intervista su Architetti.com), giornalista, scrittore e critico d’arte, uomo-immagine di Rai5 con la trasmissione Passepartout, racconterà e approfondirà i temi centrali dell’evento in modo intrigante ed acuto. Al centro della riflessione il rapporto tra uomo e sviluppo, tra città invivibili e mancanza di programmazione.
Daverio, che ha lanciato nel 2012 il movimento Save Italy, traccia alcune linee guida ideali: restituire al Paese l’estetica che lo determinava 100 anni fa, quando l’Italia era un paese povero ma bello. Oggi è meno povero – ha detto nella nostra intervista – ma anche meno bello e dobbiamo fare emergere di nuovo la sua bellezza.

 

Philippe Daverio non sarà l’unica “chicca” di una manifestazione ricchissima dal punto di vista dei contenuti:
– Ravenna ospiterà infatti anche una conferenza di Fabrizio Cardinali, uno dei principali esperti europei nell’area delle nuove tecnologie per l’addestramento e il supporto alle performance, digital startupper, relatore internazionale sull’Effetto Sputnik. Si parlerà di come fare cultura, impresa e formazione on line in un’Europa all’alba di una nuova rivoluzione industriale. Prima che sia troppo tardi;
– la presentazione del libro Qualità VS Quantità di Andrea Masullo (Presidente del Comitato Scientifico Greenaccord);
– la Conferenza Internazionale sugli indicatori ambientali e biologici come spie della qualità di un ecosistema: casi di studio dal mondo, rifiuti, acqua, energia…con la partecipazione dei maggiori esperti europei del settore;
– “I lavori verdi per i giovani”, con il grande ritorno di Marco Gisotti, esperto di green jobs: quali sono le professioni del futuro e verso quali settori è più opportuno orientarsi?;
– l’happening/incontro sul tema del ciclo di gestione dei rifiuti urbani, promosso dall’Associazione ATIA-ISWA Italia, “Zero Waste: fare i conti con l’ambiente”… interventi e testimonianze dei principali protagonisti del settore sui temi caldi;
– la presentazione dei sistemi indipendenti del riciclo e della valorizzazione dei rifiuti di imballaggio, organizzato dal Consorzio Coripet e da Interseroh Italia;
– il labecamp: non-conferenza sui temi “green”, vedrà la partecipazione di blogger, giornalisti, esperti e appassionati di ecologia, tutti accomunati dalla voglia di praticare “conversazioni sostenibili”. Il labecamp 2013 vedrà l’importante partecipazione del network dei “Giornalisti Ambientali” (FIMA – Federazione Italiana Media Ambientali), che proprio in Ravenna ha tratto spunto e forza per nascere e che in Ravenna conferma una delle proprie date “fisiche” nel 2013 dopo l’esordio ad Aprile in occasione del Festival del Giornalismo di Perugia.

 

Più informazioni sono reperibili su ravenna2013.it e sul blog di labelab, il network di professionisti “green” che organizza “Fare i conti con l’ambiente” (labelab.it/blog).

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico