FAImarathon 2016, 600 luoghi da scoprire in 150 itinerari tematici

faimarathon

La prossima domenica, 16 ottobre 2016, si terrà la quinta edizione di FAImarathon, evento nazionale organizzato dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia. Un mese per prendersi cura dell’Italia con il FAI”, attiva fino al prossimo 31 ottobre.

Ricordiamo che è ancora attiva l’iniziativa del FAI “Luoghi del Cuore 2016”

I giovani del FAI propongono 150 itinerari tematici da percorrere liberamente, senza punti di partenza o arrivo, per intero o solo in parte, da soli o in compagnia – e visite a contributo libero che permetteranno di vivere una giornata da “turisti a casa nostra”, alla scoperta di più di 600 luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle città italiane.

Saranno infatti aperti al pubblico palazzi, chiese, castelli, teatri, parchi, cortili, ma anche quartieri e interi borghi, luoghi dello sport e della produzione industriale, spesso inaccessibili, a volte poco conosciuti oppure appena restaurati o ancora in costruzione. Secondo il FAI, partecipare il 16 ottobre a questa Giornata FAI d’Autunno “consentirà agli italiani di riappropriarsi del loro patrimonio in modo spontaneo e coinvolgente”.

Tra gli itinerari di maggiore interesse:

  • MILANO – “Radici contemporanee. Il quartiere fiera, storia di una trasformazione“: una zona di Milano che da più di un secolo esprime la sua vocazione al cambiamento, un quartiere che prima ospitava la Piazza d’Armi, poi la Fiera Campionaria e che oggi è stato ridisegnato dall’intervento di grandi architetti. Tra le tappe, Piazza Tre Torri (Torre Isozaki, Hadid, e Libeskind), Padiglione 3 Fiera di Milano, Velodromo Vigorelli.
  • FIRENZE – “Sotto i cieli di Firenze“: l’itinerario indagherà l’uso della tecnica nota come “sfondato”, un tipo di decorazione che ha lo scopo di ampliare illusionisticamente lo spazio. Tra i più famosi quadraturisti e pittori specializzati in studi matematici e prospettici, troviamo Matteo Bonechi, Rinaldo Botti e Vincenzo Meucci.
  • ROMA – “L’energia di Roma: il distretto commerciale-produttivo di Roma, dall’epoca romana a inizio XX secolo“: un viaggio attraverso i secoli nei quartieri Ostiense e Testaccio, che hanno fatto del commercio e dell’industria la loro vocazione.
  • NAPOLI – “Il miglio sacro tra emozioni e vita“: un itinerario per scoprire i tesori storici e artistici che si nascondono tra le mura, le vie e nel sottosuolo del Rione Sanità, nella storia e nel cuore di Napoli, raccontando la tradizione popolare e la cultura che si trasformano in pietra, creatività e vita.
  • PAESTUM (SA) – “La Magna Grecia vissuta“: il percorso nel Parco archeologico di Paestum consentirà di entrare per la prima volta nel Tempio di Athena, aperto eccezionalmente insieme agli altri due, i Templi di Nettuno e di Hera. L’itinerario condurrà nell’antica Poseidonia.
  • LECCE – “Belli da morire… Per FAImarathon“: un itinerario inconsueto alla scoperta del Cimitero Monumentale di Lecce e delle storie di alcuni personaggi che vi hanno trovato sepoltura.
  • GAETA (LT) – “Street Art a Gaeta“: tra le prime città in Italia, nel 2011 Gaeta si è fatta promotrice della street art, dando vita a un laboratorio artistico a cielo aperto degno delle principali città europee grazie al Festival Memorie Urbane, che nel 2016 ha inaugurato anche la nuova area espositiva dedicata all’arte urbana “Street Art Place – Urban Gallery”.
  • PALERMO – “La Kalsa fra noi“: l’antico quartiere della Kalsa, cittadella fortificata costruita dagli arabi nel 937, chiusa nella sua cinta muraria con quattro porte d’accesso. Nei secoli, al suo interno, palazzi, chiese e conventi hanno formato un importante patrimonio architettonico che racconta la storia di Palermo e la devozione che l’ha percorsa. Sarà possibile visitare eccezionalmente il cantiere di restauro di Palazzo Butera, passata residenza dei Lanza di Trabia, che nel 2018 ospiterà un grande polo d’interesse e museale dedicato all’arte contemporanea.

FAImarathon 2016 proporrà anche eventi speciali e iniziative originali: come a Napoli, dove le visite per i vicoli del Rione Sanità saranno animate da letture di brani di Totò, o a Catania, dove il visitatore sarà accompagnato e intrattenuto da animazioni teatrali sulle vicende storiche e mitologiche dei luoghi aperti. Improvvisazioni teatrali anche al parco di Villa Jardini a Valganna (VA) e al Cimitero Monumentale di Lecce; a Torino un itinerario gratuito a bordo di un tram storico del 1911. E ancora, la degustazione del vino conservato nelle cantine ipogee di Pietragalla (PZ) e la proiezione, a Bologna, del documentario “Gran Tour. 61 film dei primi anni del ‘900”, dedicato al paesaggio e alle città d’Italia.

Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento (e per tutto il mese di ottobre, a quota agevolata) saranno riservate aperture straordinarie, corsie preferenziali, attività ed eventi speciali in molte città.

#unaportaunastoria

Inoltre, dal 10 al 16 ottobre è aperto il contest Instagram #unaportaunastoria. Gli instagramers sono invitati a postare, utilizzando gli hashtag #unaportaunastoria #FAIMARATHON e la menzione @Fondoambiente, una o più immagini di porte, portoni e cancelli di tutta Italia. “Le porte, immagine simbolo dell’evento di FAImarathon, sono anche un elemento architettonico di ispirazione: cancelli chiusi e misteriosi, serrature, battacchi e fregi barocchi, prospettive su interni inesplorati, cornici di panorami mozzafiato, scorci che nella materialità delle strutture conservano le tracce di una memoria antica”.

La capacità narrativa della foto, la sua resa estetica, l’originalità dello scatto saranno gli elementi di valutazione di una giuria qualificata scelta dal FAI che premierà i vincitori. Ogni giorno i due scatti più belli saranno ripostati sul profilo Instagram del FAI.

Nella giornata del 16 ottobre, in occasione di FAImarathon 2016, saranno ripostati i 5 scatti più belli della giornata. Il migliore tra quelli selezionati vincerà invece una Fotocamera Reflex Digitale Canon EOS 1200D.

Per ulteriori informazioni e per tutti gli itinerari
www.faimarathon.it

Nell’immagine, Convitto Cutelli, Corte Vaccarini, a Catania, inserito nell’itinerario “Viaggio emozionale nella storia di Catania”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico