Facciata, pelle, involucro: in Belgio è in bambù

Lo studio belga AST77 Architecten si cimenta con il tema residenziale ideando un edificio dalla forma allungata posto proprio nel mezzo di un bosco. Ventisei metri di lunghezza e appena quattro di larghezza per una sequenza semplice di spazi in cui la vivacità architettonica è data dal gioco di dislivelli e colori oltre che al rapporto con l’esterno.

Il progetto occupa il posto di un vecchio bungalow esistente e lo sostituisce con un volume modellato sul posto, gentilmente adagiato sul declivio, con un tetto spiovente ad una falda che accompagna la pendenza del terreno.
La forma semplice fa risaltare il rivestimento esterno, vero protagonista del progetto: la facciata è completamente rivestita in canne di bambù posizionate su un telaio di acciaio nero in cui sono intagliate in maniera strategica grandi aperture che si affacciano sulle chiome degli alberi circostanti.
Il bambù proviene da piantagioni sostenibili e si comporta come una pelle viva che muta di colore, giocando in armonia con il paesaggio al variare delle stagioni.

di Simona Ferrioli

SCHEDA PROGETTO

Bambù House

Luogo
Rotselaar, Belgio

Progettisti
AST77 Architecten

Realizzazione
2010

Per ulteriori informazioni
www.ast77.be

Nell’immagine di apertura, vista invernale della casa in bambù. © AST77 Architecten

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico