Evoluzione continua

Ama osservare gli artisti emergenti e trarre spunto dal loro modo di vivere la luce. Michele De Lucchi, architetto di ampio respiro internazionale, svela il suo punto di vista nella progettazione contract. Intervista di Anna Fraschini.

Quali sono i tratti distintivi della sua filosofia progettuale applicata alla luce? 
La luce è elemento fondamentale nella progettazione di qualsiasi ambiente: definisce, orienta e caratterizza lo spazio. La differenza esiste tra il trattamento della luce in ambito privato, in un’abitazione, in uno spazio fortemente caratterizzato dalla personalità dei suoi fruitori e uno spazio che nasce pubblico, per ospitare persone molto diverse tra loro, come nel caso di uno spazio contract. Disegno lampade come oggetti a cui attribuisco valori estetici, formali e di utilizzo specifici per spazi con grande personalità, ma quando progetto per musei, alberghi o altri spazi pubblici cerco di far sparire il corpo illuminante per lasciare solo la bellezza della luce. Nell’insieme della fruizione di un ambiente pubblico è la sola luce che deve apparire e servire.

 

Il presente articolo sarà a breve disponibile in versione integrale in lingua inglese su Dossier Habitat Extraordinary Edition Issue n.1, su iPad. Vai allo speciale preview.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico