Everyday Italian Design

2009: Marc Sadler – designer che collabora con importanti aziende nel settore dell’arredamento – inizia la propria collaborazione con Lema Yoko di Marc Sadler è tra i prodotti presentati durante l’ultima edizione del Salone del mobile. È la sedia che esprime in chiave contemporanea due segni archetipici del design delle sedute: il piede in filo di acciaio e la scocca in legno curvato, il tutto rivisitato con linee attuali. Il risultato è una sedia dallo stile trasversale perfettamente compatibile con arredi di orientamento differente.
Il 2009 è inoltre l’anno di Roberto Barbieri: anche per lui è iniziata la collaborazione con Lema.

 

Da sempre Lema affida i suoi progetti ai migliori designer del panorama italiano. Agli esordi la collaborazione con Tito Agnoli, autore di uno dei prodotti storici dell’azienda, poi la decisione di affidare l’art direction a Piero Lissoni: l’azienda, attenta ai cambiamenti e a nuove suggestioni, nel corso degli anni si è sviluppata in sintonia con l’evoluzione di linguaggi e stili.
L’azienda progetta e produce sistemi d’arredo pensati per rendere lo spazio più confortevole, razionale, efficiente. Le sue creazioni sono presenti nelle case di migliaia di persone sensibili alla qualità e al design, ma anche in alberghi, uffici, comunità, residence, istituti bancari e assicurativi. Nata da una solida tradizione artigiana, dagli anni ’70, l’azienda si è sviluppata su scala industriale, consolidando la propria immagine di leadership tanto nel segmento dell’arredo per la casa quanto in quelli dell’arredo alberghiero e per ufficio.
Le chiavi del successo di sono qualità del prodotto e coerenza fra progetto e realizzazione. Per mantenere queste caratteristiche che ne hanno decretato il successo, Lema è fra le poche imprese del settore dell’arredamento che opera a ciclo integrato, controllando tutta la produzione: dalla sezionatura pannelli, alla preparazione dei tranciati legno, dalle laccature, alla personalizzazione del singolo armadio.
Accanto alla struttura produttiva, e integrata a essa, opera un Centro sviluppo e progetti Lema; un laboratorio di punta per l’innovazione di prodotto e di processo, impegnato in attività di ricerca che abbracciano i materiali, la progettazione ingegneristica, il design, le tecnologie, i processi produttivi e le strategie di marketing.

 

Un prodotto particolarmente interessante per la grande varietà di “trasformazioni” possibili, che permettono di reinventare lo spazio ogni volta che si vuole, è Tazebao, il programma dedicato alla camera dei ragazzi. È un progetto che si articola attraverso molteplici possibilità di combinazione. Gli elementi che lo caratterizzano possono facilmente soddisfare la necessità di creare soluzioni intelligenti di piccole o grandi dimensioni. Lo spazio si può così interpretare e organizzare liberamente, senza vincoli, attraverso un semplice gesto di accostamento. Tazebao è spazio alle idee, è libertà di movimento, è l’espressione di un pensiero creativo. Il programma offre svariate soluzioni, stilisticamente diverse ma perfettamente integrabili fra loro, congegnate nel rispetto dell’ergonomia e dell’ambiente e arricchite di colori, materiali ed elementi che offrono la possibilità di creare ambienti originali, autonomi e organizzati. Il design, essenziale e contemporaneo caratterizza ogni singolo pezzo realizzato con le più attuali tecnologie produttive, a garanzia di qualità e sicurezza. Design: CRS Lema, Arch. Koster, Kei_en studio Enzo Calabrese, Madda Martimucci, Fabio Meliota.

 

Nell’immagine: Yoko by Lema, design: Marc Sadler (fonte)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico