Entrare in un quadro di Magritte

Il misterioso gioco della luce, ricreato da Andrea Rovatti.

  
Il rimando tra arte e mondo reale torna nel lavoro di Andrea Rovatti grazie all’installazione ispirata al celebre quadro L’empire des lumières.

Di luce in luce porta i visitatori in quella “terra di mezzo” che è la realizzazione fisica di un’idea, a metà tra illusione e realtà. Trasformato il quadro di Magritte in una sorta di tableaux vivant, Andrea Rovatti invita i visitatori a vivere l’opera del pittore non solo con la vista, ma anche con il tatto con l’olfatto e con l’udito, perché ogni cosa, il prato, gli alberi, il laghetto con l’acqua in movimento, il lampione acceso, in questa installazione è reale.

Ho usato la realtà per creare la finzione, con la fuga prospettica che viene esaltata dalla forma trapezoidale della scena e dal fondale, dove la sagoma in controluce del bosco riporta l’attenzione sullo sfondo luminoso del cielo” spiega Rovatti. “È proprio qui che  la luce diventa protagonista, in sintonia con la visione di Magritte. La luce del cielo domina lo sguardo anche per effetto della penombra in cui è avvolta la casa, rischiarata solo dalla luce del lampione. Il preciso studio dei rapporti dimensionali tra i diversi elementi mi ha consentito di restituire una profondità avvolgente nella quale il visitatore viene coinvolto”.
Con questo allestimento, commissionato per promuovere l’apertura del Museo Magritte a Bruxelles (2 giugno 2009) Andrea Rovatti ci rapisce dal quotidiano reale per trattenerci (specie nelle ore dopo il tramonto) il quel mondo incantato e surreale che il grande pittore belga (nato 110 anni fa, il 21 novembre 1898) svelò al mondo.

 

Suggestiva è inoltre la collocazione dell’installazione nel cortile di Palazzo Reale (di cui si sta ultimando la ristrutturazione) che viene concesso per la prima volta per ospitare un’opera come Di luce in luce.

 

Andrea Rovatti: installazione “Di luce in luce” per la mostra “Magritte. Il Mistero della Natura” – Cortile di Palazzo Reale, 22 novembre 2008 – 29 marzo 2009

Dimensione dell’installazione: 11m x 6,5m x h 5m.
Il progetto è stato realizzato per Turismo Fiandre, Bruxelles, Belgio.

 

 

Nota biografica

Andrea Rovatti visita e indaga il mondo dell’immagine da molti anni, nell’ambito della sua professione di graphic e product designer.
Nel suo studio di comunicazione visiva coordina un team di lavoro multidisciplinare che fornisce consulenza strategica e creativa, seguendone la realizzazione in Italia ed all’estero.
Lo stile di lavoro é improntato alla costante attenzione alla qualità del progetto creativo, ma anche di tutto il percorso che porta alla sua realizzazione.
È docente incaricato in Comunicazione Visiva nel Corso di Laurea di Design della Comunicazione al Politecnico di Milano.
Ha insegnato fotografia e nasce proprio dalla fusione di grafica e fotografia l’espressione della sua creatività più libera. Le sue immagini fotografiche diventano spesso protagoniste nei progetti di comunicazione dello studio.
Opera anche nel campo della produzione artistica, con realizzazioni di tirature in serie limitata, serigrafie, sculture.
Ama la contaminazione con la pittura, con cui elabora visioni inconsuete di forme e colori.
Nei suoi lavori l’ambito dell’arte diventa a volte lo sfondo privilegiato, una sorta di palcoscenico, su cui far muovere interventi grafici e cromatici.
Molti suoi lavori figurano su prestigiose riviste di settore, italiane e internazionali.
Le sue opere sono state esposte al Grand Palais di Parigi, alle Biennali di Brno e Varsavia, al Museum of Arts di Hiroshima, all’University of Fine Arts del Connecticut, al Palazzo delle Nazioni Unite di New York, all’Israel Museum di Gerusalemme, al Mathildenhohe di Darmstadt, all’Unesco, alla Citè des Sciences et de l’Industrie (La Villette) di Parigi, al Museum fur Kunst und Gewerbe di Amburgo. 
È socio ADI (Associazione Design Industriale) e AIAP (Associazione Italiana per la Comunicazione Visiva) della quale é stato membro del Consiglio Direttivo.

 

Andrea Rovatti srl
Via Correggio 55   20149 Milano 
t. 02 43995270  
www.studiorovatti.it 
rovatti@studiorovatti.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico