Eliminare il ponte termico: l’anti-condensa per interni

CWC® Cold Wall Coating di Diasen è una pittura termica anti-condensa per interni che mantiene le superfici rivestite più calde, eliminando così il ponte termico creato da pilastri o travi in CLS o da un coibentazione insufficiente o inadeguata.
Grazie alla sua formulazione, CWC® Cold Wall Coating è in grado di assorbire il calore degli ambienti interni e rilasciarlo in maniera dilazionata e costante nel tempo. Ne risulta quindi che tra una superficie trattata con CWC® Cold Wall Coating e una trattata con una normale pittura, ci sono ben +5°C di differenza. Questi gradi di calore in più impediscono all’aria di condensare sulla parete anche in presenza di elevata umidità relativa nella stanza (fino al 90%), eliminando così definitivamente la formazione di condensa e quindi di muffe.
CWC® Cold Wall Coating contribuisce in maniera decisiva a correggere gravi errori costruttivi che inficiano la qualità e la salubrità delle abitazioni. CWC® Cold Wall Coating è di colore bianco ed è sovraverniciabile con normali idropitture. 
Può essere facilmente applicata a livello di “fai-da-te” mediante pennello, rullo o air-less in ragione di complessivi 0,7 Lt/mq.

 

CAMPI D’IMPIEGO
I campi di’impiego sono:
– rivestimento di superfici fredde che causano condensa e formazione di muffe;
– rivestimento di pilastri;
– pareti di cemento armato;
– pareti non coibentate;
– ponti termici.

 

Istruzioni per l’applicazione
Eliminare perfettamente eventuali presenze di muffe lavando la superficie con candeggina (1 parte) diluita in acqua (10 parti). Non ha bisogno di fissativo e può essere applicato sopra la vecchia vernice purchè essa costituisca un buon supporto. Diluire con il 10%, massimo 15%, di acqua e applicare a pennello, rullo o air-less.

 

Come?
– Applicare con pennello una prima mano assicurando la totale copertura della superficie e un minimo spessore visibile;
– applicare a essiccazione del primo strato una seconda mano.
In presenza di forti muffe e quindi di gravi ponti termici, applicare una terza mano, avendo cura di ottenere uno spessore totale di circa 0,7 mm.

 

Le immagini del prodotto in opera
Situazioni iniziali

Pulizia del supporto

Applicazione CWC

 

Una case-history d’eccezione: la biblioteca di Antiochia
L’applicazione air-less di CWC

 

 

Nell’immagine di apertura, la Biblioteca di Antiochia

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico