Edilizia sociale in Italia. Dall’emergenza allo sviluppo

Si terrà il prossimo 4 novembre a Napoli un convengo organizzato dall’Osservatorio sull’Abitare Sociale in Italia, dal titolo Rapporto sull’Abitare Sociale in Italia. Dall’emergenza allo sviluppo.

 

L’edilizia residenziale rivolta alle fasce più deboli ha assunto nel tempo modalità e forme differenti, andando di volta in volta a coinvolgere diversi attori, di estrazione pubblica e sempre più spesso anche privata, con l’obiettivo di intercettare e soddisfare bisogni abitativi in costante evoluzione. Da una edilizia indirizzata essenzialmente alle fasce di popolazione indigenti, l’Edilizia Residenziale Pubblica – che rimane pur sempre la spina dorsale dell’Abitare Sociale – si sta sempre più orientando l’intervento pubblico, anche a causa del venir meno dei fondi GESCAL, verso l’Edilizia Privata Sociale.
Quest’ultima, in estrema sintesi, intende sopperire al disagio abitativo, di natura sociale ed economica, di fasce di popolazione che, pur non riuscendo ad accedere al mercato libero, non hanno condizioni tali da poter concorrere all’ERP.Chi si trova in tali situazioni intermedie corre il rischio, per locare una casa (o per acquistarla a debito), di dover sostenere un costo superiore al 30% del reddito disponibile, una misura che, secondo una consolidata letteratura, è considerata non sostenibile. Il rischio abitativo non riguarda infatti solo le aree sociali economicamente più svantaggiate, ma si estende a fasce sempre più ampie della popolazione, fino a coinvolgere le classi medie dal momento che il divario tra i redditi e le richieste economiche del mercato immobiliare – sia per la compravendita che per la locazione – si è progressivamente ampliato.
Nonostante il rilievo economico e sociale dell’Abitare Sociale oggi si registra una mancanza di dati e strumenti di analisi condivisi oltre che di pianificazioni oculate, complessive e proiettate alle dinamiche e alle necessità future con un vuoto conoscitivo e di prospettive inaccettabile per gli enti interessati e per l’intera società.
È a partire da questa constatazione che OASIt ha realizzato questo Rapporto, il cui focus è centrato sulla dimensione che ha oggi l’abitativo nel nostro Paese e su che cosa gli italiani pensano che sia e come dovrebbe essere l’Abitare Sociale.

 

Programma
10.00-10.30 | Registrazione dei partecipanti

 

10.30-10.40 | Saluto introduttivo: AlfredoRomeo

 

10.40-11.40 | Presentazione del primo Rapporto sull’Abitare Sociale in Italia
La dimensione economico-sociale dell’abitare sociale, Gualtiero Tamburini
Profili e nodi normativi dell’abitare sociale, Angelo Piazza
Cosa pensano gli italiani dell’abitare sociale, Renato Mannheimer

 

11.40-12.00 | Coffee break

 

12.00-13.30 Tavola rotonda moderata da Carlo Nicotera (Il Mattino) con:
Marcello Arredi, (Ministero delle Infrastrutture)
Tommaso Dal Bosco (ANCI)
Francesco Dandolo (Comunità di Sant’Egidio)
Paola Delmonte (Fondazione Social Housing)
Antonio Intiglietta (Ge.Fi.)
Stefano Marchettini (Cassa Depositi e Prestiti Investimenti Sgr)

 

13.30 | Lunch

 

OASIt nasce con l’obiettivo di dare un contributo di conoscenza e informazione al miglioramento della gestione dell’offerta abitativa nelle diverse forme che essa assume e questo facendo informazione e comunicazione istituzionale, oltre che promozione, su di un segmento fondamentale del di un Paese avanzato come l’Italia, realizzando una analisi permanente delle variegate esperienze che vanno sotto la denominazione di Abitare Sociale (secondo l’ampia definizione dell’Art.1 del D.M. Infrastrutture del 22 aprile 2008). OASIt si propone anche come uno strumento di raccolta e di monitoraggio degli atteggiamenti, delle esigenze e del livello di informazione della popolazione italiana in materia di edilizia sociale. L’attività dell’Osservatorio prevede infatti la realizzazione di una serie di rilevazioni, al fine di indagare i diversi aspetti di un tema così vasto. OASIt opera sotto la supervisione scientifica dei componenti il Comitato Strategico di Romeo Gestioni S.P.A.: Gualtiero Tamburini, Renato Mannheimer e Angelo Piazza.

 

SCHEDA EVENTO
Rapporto sull’Abitare Sociale in Italia
Dall’emergenza allo sviluppo

 

Luogo
Real Albergo dei Poveri
Piazza Carlo III, 3
Napoli

 

Data
venerdì 4 novembre 2011

 

Orario
ore 10.30-13.30

 

Per ulteriori informazioni
OASIt
www.oasit.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico