Edifici pubblici e spazi per l’accoglienza: i nuovi progetti nell’Archivio

Sono disponibili nuovi progetti nell’Archivio di architetti.com, il catalogo on-line che consente la navigazione all’interno di centinaia di progetti e realizzazioni suddivisi per categorie: spazi intimi (design, arredamento, ecc.), spazi urbani (piazze, parchi, ecc.), spazi pubblici (musei, municipi, uffici, ecc.), spazi residenziali (case a schiera, isolate, tipologie ibride, torri residenziali, ecc.). Ogni progetto è composto da schede descrittive e visualizzazioni per immagini, e la banca dati permette un’indicizzazione per autore, anno di realizzazione, luogo e tipologia. Il catalogo si arricchisce giorno per giorno sia con gli inserimenti di tutti gli architetti che visitano il sito e che offrono la loro disponibilità di pubblicazione, sia con le proposte partecipanti a prestigiosi premi di architettura, quali il Premio Internazionale Architettura Sostenibile, il Premio Domus “Restauro e Conservazione”, il premio IQU (Innovazione e Qualità Urbana), il Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, ecc.

 

Per consultare l’archivio progetti devi fare solo una cosa: iscriverti al sito.
Iscriviti ad Architetti.com. È gratis.

 

I nuovi progetti disponibili, in particolare, riguardano:
edifici pubblici, con il Nuovo Tribunale di Venezia dello studio C+S Architects un edificio che si inserisce nella complessità del sistema urbano veneziano, uno spazio verticale la cui forma semplice e compatta deriva dalla commistione tra la tipologia edilizia industriale veneziana e lo skyline dei grandi parcheggi multipiano adiacenti, e il progetto per la New Calgary Public Library, di Studio REX, in cui adattabilità, semplicità d’uso ed enfatizzazione del ruolo urbano della biblioteca sono i punti fondamentali alla base del concept che ha guidato il progetto;

 

architettura museale, con il Glasgow Riverside Museum of Transport di Zaha Hadid Architects, rappresentazione simbolica del rapporto dinamico che lega i due corsi d’acqua che attraversano la città e al tempo stesso elemento di collegamento tra il contesto e il contenuto al suo interno. La forma sinuosa del museo deriva dalla lunga estrusione di un profilo ondulato che termina con due fronti vetrati, aprendosi da un lato sulla città e dall’altro sul fiume Clyde;

 

spazi per l’accoglienza, con il progetto del Children’s Hospital a Losanna, di Studio gmp – architetti von Gerkan, Marg and Partners, caratterizzato da spazi aperti e luminosi con una particolare cura per le aree verdi, al fine di rendere la degenza in ospedale il più piacevole possibile per i pazienti e per i loro familiari; la Home Farm, di Spark Architects, che integra il sistema di coltivazione verticale idroponico e i tetti giardino con una struttura di housing ad alta densità progettata per gli anziani; e il Children’s Home of the Future, di Studio CEBRA, una nuova tipologia di centro di assistenza per bambini e adolescenti che gioca con elementi e forme famigliari per creare un ambiente accogliente in un edificio moderno che si concentra sulle esigenze speciali dei residenti.

 

Nell’immagine, vista del progetto Home Farm, di Spark Architects

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico