Eco-efficienza e comfort: migliorare la scuola con il colore. Intervista a Vicky Syriopoulou

È un piccolo comune nell’entroterra riminese a realizzare un progetto di interesse globale, esempio pilota di architettura pubblica improntata all’eco-efficienza ed al benessere abitativo.

Inaugurata a novembre 2009 e fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Montegridolfo, la scuola elementare è stata progettata dall’arch. Umberto De Carolis, che si è avvalso dello strumento SB 100 (Sustainable Building 100 Azioni) dell’Associazione Nazionale di Architettura Bioecologica (ANAB).
Questi i criteri adottati per realizzare un’architettura intelligente, ecologica ed energeticamente autosufficiente:
Risparmio energetico, con utilizzo di materiali che richiedono poca energia per essere lavorati (legno), con un rivestimento esterno “a cappotto”, lo studio delle schermature solari, il monitoraggio dei consumi.
Autoproduzione energetica, con pannelli fotovoltaici a totale copertura del tetto esposto a sud, e con un sistema geotermico con sonde verticali a circuito chiuso.
Risparmio idrico, con un sistema di recupero delle acque meteoriche per gli usi non potabili.
Comfort termico – ambientale, con climatizzazione a pavimento e ventilazione meccanica controllata.
Comfort abitativo e sensoriale, con la predisposizione di spazi e colori adeguati a tutte le attività didattiche e motorie.

Oikos, da 25 anni azienda leader nella produzione di pitture a Basso Impatto Ambientale, ha sostenuto con convinzione questo progetto, fornendo i prodotti per le facciate e per gli interni, e una progettazione cromatica dedicata.
Questo studio cromatico si è posto l’obiettivo di realizzare un ambiente stimolante, creativo e dinamico, salubre e rispettoso dell’ambiente, con un occhio di riguardo e tenerezza verso i bambini, sostenendo al tempo stesso il lavoro degli insegnanti”. Così sintetizza il suo complesso progetto la color designer Vicky Syriopoulou, che ha motivato le scelte cromatiche per ogni singolo ambiente descrivendo gli effetti provocati dai colori sull’umore, la concentrazione, le attività intellettuali e fisiche.  Così, nelle aule didattiche, gli effetti stimolanti del giallo solare vengono utilizzati insieme al verde acido, che favorisce l’equilibrio psico-fisico.  Per la biblioteca è stato scelto il blu indaco, colore dell’intelletto e dell’intuizione; per la palestra il turchese perché stimola le attività fisiche, e nella sala insegnanti l’arancione per le sue qualità rasserenanti.

Altre immagini del progetto

Intervista a Vicky Syriopoulou, color designer e autore dello studio cromatico per la Scuola di Montegridolfo

[1] – Qual è stato l’obiettivo principale dello studio cromatico per la Scuola Elementare di Montegridolfo?
Garantire armonia e benessere psicofisico negli utenti: i bambini, ma anche insegnanti e bidelli. Inoltre, valorizzare le scelte progettuali complessive, per un edificio concepito e realizzato nel massimo rispetto dei canoni della bio-edilizia.

[2] – In che modo, con il colore, è stata valorizzata la scelta progettuale della sostenibilità?
Utilizzando pitture a Basso Impatto Ambientale, e armonizzando i colori delle facciate con l’ambiente circostante. L’architettura dell’edificio è di stile moderno, con linee sinuose ed evidenti elementi in legno. Le curve dell’edificio si adattano perfettamente ed armoniosamente alle colline del territorio, ricche di ulivi, vigneti ed altre coltivazioni. Per coerenza, in questa armonia tra ambiente ed edificio, sono state scelte due tinte presenti in questo ambiente, ma che fanno anche parte della gamma dei colori dei centri storici. Per la parte delle pareti del corpo centrale, si è scelto un giallo antico (S1015-Y40R), una sfumatura che richiama la terra argillosa della zona; per le due torri si è poi scelto un colore vinaccia (S3040-R10B), che ricorda molto i resti delle bucce del sangiovese dopo l’estrazione del “nettare degli dei”.

[3]  – Con quali colori si riesce a favorire l’armonia psicofisica degli alunni?
Nelle aule didattiche è stato utilizzato un giallo solare (S0530-Y) nella parete dove c’è la lavagna, perché il giallo favorisce l’attività dell’emisfero sinistro del cervello, che controlla l’apprendimento e la razionalità, con effetti di stimolazione ed aiuto nello studio, aiutando inoltre nella concentrazione. Nelle due pareti laterali si è scelto un verde acido (S0550-G40Y): è il colore della vita per eccellenza, della terra e della natura in continua rigenerazione. Ė un colore rilassante che favorisce la riflessione, la calma, sviluppa l’armonia nei pensieri e dà pace ai sensi. Spiritualmente parlando, è il colore che rappresenta la madre, quindi molto amato dai bambini, perché offre loro serenità e rassicurazione.  In biblioteca si è scelto il colore dell’intelletto per eccellenza, il blu indaco (S1040-R80B). Il colore del cielo e dello spirito, il colore dell’intuizione e della percezione extra-sensoriale, che aiuta ad aprire la mente per vedere “oltre le righe”. Per lo spazio delle attività motorie si è scelto il colore turchese (S0530-B50G), per le sue caratteristiche rigeneranti e stimolanti delle attività fisiche. Mentre nell’aula computer il verde rilassa e riposa la vista. Per gli spazi comuni, come i corridoi, si è preferita una tinta neutra e calda, che si sposa bene con tutti i colori (legno compreso): il colore corda (S1505-Y30R). Questa tinta serve anche per neutralizzare, dopo l’esplosione cromatica delle aule.

[4] – E per quanto riguarda gli insegnanti?
Nelle aule didattiche, per la parete di fronte alla lavagna, vista dagli insegnanti e alle spalle degli alunni quando sono seduti nei loro banchi, si è adottato un arancione tenue (S0540-Y40R), che ha un effetto al contempo stimolante e rasserenante negli ambienti dove lavorano più persone. Ė il colore della crescita: simboleggia il sole. Le aule tinte in questo modo, al primo impatto, saranno allegre e gradevoli per i bambini, ma nel loro momento di lavoro avranno davanti a loro il giallo, che stimolerà la concentrazione, ed il verde, che determina il riposo della vista; diversamente, gli insegnanti avranno l’arancione, rasserenante, ed il verde. Per sfruttare lo stesso effetto, anche l’aula insegnanti è dipinta in arancione.

[5] – I colori scelti hanno anche altre funzioni?
Per identificare meglio le classi, aumentare la visibilità e la comunicazione, considerando il fatto che i bambini ogni anno cambieranno aula, perché la prima sarà dedicata alla I elementare, la seconda alla II e così via, i colori sono stati utilizzati per identificare gli ingressi delle aule: per la prima elementare è stato scelto il rosso, perché è il primo colore che i bambini vedono e, quindi, per i più piccoli facile da riconoscere.

 

OIKOS: da 25 anni, architettura, design e innovazione, nel pieno rispetto dell’ambiente

L’azienda
OIKOS, azienda italiana leader a livello mondiale nel settore della produzione di pitture decorative, si è caratterizzata fin dalla sua fondazione, nel 1984, come una realtà imprenditoriale innovativa e dinamica, capace di orientare il mercato di riferimento, sia da un punto di vista dei trend che delle innovazioni tecnologiche, coniugando le applicazioni più tradizionali e storiche con le esigenze più avanzate del design e dell’architettura moderna. Tutto con un comune denominatore: intera produzione nel massimo rispetto dell’ambiente.

Una produzione a Basso Impatto Ambientale
Se infatti il tema del colore nella progettazione ha come obiettivo quello di migliorare la qualità della vita, un’azienda che produce colori e vernici deve essere sollecitata a perseguirlo prima di tutto sotto il profilo della compatibilità ambientale dei suoi prodotti. Questo il principio che da sempre ha ispirato OIKOS, prima azienda italiana ad essersi dedicata alla decorazione a Basso Impatto Ambientale, con una scelta che ha precorso i tempi, anticipando di un quarto di secolo quella che nel 2007 è divenuta una norma europea.

La creatività negli interni e la tecnologia per le facciate
Nell’ambito dell’interior design, OIKOS è da sempre l’azienda di riferimento per architetti, arredatori ed imprese di ristrutturazione. Innovazione e ricerca nel design, per trovare sempre nuove le soluzioni decorative più cool. Sul fronte degli esterni, l’introduzione delle formulazioni più evolute ha dato vita a un’ampia gamma di soluzioni tecniche e decorative programmate per i più diversi impieghi.

Da 25 anni, per migliorare la vita con il colore
Nel 2009 la nostra azienda compie 25 anni, un anniversario importante, ma anche un nuovo inizio. Il futuro è l’orizzonte verso cui procedere per crescere e migliorare ancora, insieme a tutti coloro che con noi lavorano ed ai quali siamo grati, per lo spirito di collaborazione che si è creato nel tempo.
Una data significativa, che arriva a testimoniare diversi valori: ricerca ed innovazione tecnologica, creatività, rapporto diretto con i clienti, responsabilità e sostenibilità verso il futuro. Sono i nostri valori, da sempre, tutti ugualmente significativi, ognuno per un proprio aspetto.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico