Dubai Global Energy Forum, il nuovo concorso di ArchMedium

ArchMedium bandisce Dubai Global Energy Forum, un nuovo concorso di architettura riservato a studenti e giovani progettisti: obiettivo del concorso è la progettazione della sede del Global Energy Forum di Dubai, che dovrà diventare edificio simbolo della vision della città per il 2030: diventare sostenibile al 100%.

Dubai è il sesto paese più ricco del mondo, grazie al boom che seguì la scoperta dei giacimenti di petrolio nel suo territorio durante la metà degli anni ’60. Da allora è cresciuta a ritmo frenetico, trasformandosi, in meno di cinquant’anni, da piccolo insediamento alla attuale città dei grattacieli, del lusso e delle grandi opere di architettura e ingegneria. È però anche l’emirato con la minor quantità di riserva di petrolio nell’area del Golfo Persico, quindi la sua prosperità è destinata a terminare, cosa di cui la famiglia reale e il governo sono perfettamente consapevoli.
Nell’aprile del 2013 Dubai ha organizzato il primo Global Energy Forum, con l’obiettivo di attirare le migliori imprese mondiali nel settore energetico, nonché ricercatori, scienziati e accademici per creare un luogo di dibattito in cui potessero emergere nuove proposte per il futuro energetico globale. Questo aiuterà il Dubai Supreme Council of Energy a raggiungere il suo obiettivo: diventare una città al 100% ecologica entro il 2030.

Dopo il successo del primo Global Energy Forum, Dubai ha deciso di trasformarlo in un evento annuale realizzando una sede fissa per ospitare le prossime edizioni.
Il processo di trasformazione della città è già cominciato, ma ciò che è importante per la sua immagine nel mondo non è solo diventare una città sostenibile ma fare in modo che tutto il mondo ne venga a conoscenza. Se modificare il sistema economico di un paese è un obiettivo complesso, lo è ancora di più ambiare la percezione che gli altri paesi hanno di Dubai.
Per questo motivo, la nuova sede del Global Energy Forum non dovrà limitarsi a essere un edificio funzionale allo svolgimento dell’evento e delle attività correlate, ma dovrà diventare simbolo del cambiamento che il Supreme Council of Energy si è posto come obiettivo e diffondere il suo messaggio e la sua visione nel mondo.
L’edificio dovrà diventare l’icona del cambiamento energetico globale e un impegno sociale che, lungi dall’essere un ideale astratto, è già iniziato.

Scarica il bando del concorso

Il concorso è aperto agli studenti di Architettura e materie affini e ai giovani laureati da non più di tre anni. I giovani professionisti laureati da non più di sette anni potranno partecipare nella categoria “young professionals”.
Saranno assegnati tre premi e dieci menzioni speciali per la categoria studenti e tre premi e cinque menzioni speciali per la categoria Giovani professionisti. Il primo, secondo e terzo classificato, oltre a un premio in denaro, saranno pubblicati nelle riviste Ottagono WA e Future Arquitecturas, riceveranno un anno di abbonamento a The Plan e Ottagono, parteciperanno mostre e saranno pubblicati in diversi siti di architettura.
 
La giuria del concorso è composta da: Willy Müller, Aryanour Djalali, Jocelyne de Botton, Fermin Vazquez e Manuel Ruisanchez

Scarica il poster del concorso

Scadenze
Iscrizioni | entro il 13 aprile 2014
Consegna del progetto | entro il 30 aprile 2014
Riunioni della giura | 14-21 maggio 2014
Annuncio dei vincitori | 27 maggio 2014

Per ulteriori informazioni e iscrizioni
www.archmedium.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico