Dissuasori FAAC per il centro storico di Salisburgo

È stata affidata ai dissuasori a scomparsa FAAC la regolazione del traffico nel centro storico di Salisburgo. L’amministrazione municipale della città austriaca ha infatti approvato un progetto – elaborato congiuntamente dall’azienda italiana e da Siemens, il colosso tedesco dell’automazione – che consente di regolare gli accessi in quindici diversi punti del centro cittadino grazie ai dissuasori automatici FAAC J275 corredati da dissuasori fissi. L’impianto è entrato in funzione nell’estate 2010.

 

L’impianto realizzato da FAAC e da Siemens si caratterizza per una gestione degli accessi piuttosto sofisticata, che ha lo scopo di delimitare il centro storico di Salisburgo minimizzando i disagi per gli utenti. Ai residenti, ai corrieri e ai taxisti sono stati consegnati 3500 radiocomandi FAAC, mentre gli ospiti degli alberghi, gli artigiani e altri operatori economici autorizzati possono azionare i singoli dissuasori localmente mediante una tastiera o un interruttore a chiave. Le consegne dirette agli esercizi commerciali del centro storico sono possibili ogni mattina fino alle ore undici in quanto i dissuasori sono abbassati. Oltre questo orario entra in funzione il controllo degli accessi (con telecomandi, ecc.).
Tutti i dissuasori, infine, sono anche pilotabili in modo centralizzato dall’amministrazione municipale e dalla polizia.

 

La scelta di Siemens e degli amministratori di Salisburgo è caduta sui dissuasori FAAC in virtù delle loro eccellenti caratteristiche tecniche: i dispositivi sono basati su gruppi idraulici resistenti all’usura, impiegano cilindri in acciaio inox di grosso spessore e alte velocità di movimentazione, offrono la possibilità dell’abbassamento automatico in caso di mancanza di corrente.
I dissuasori FAAC, infine, si prestano in modo ottimale all’integrazione con il sistema di controllo accessi di Siemens, denominato SiPass Integrated. Basato su Windows, il sistema gestisce i radiocomandi e i codici di accesso (tramite un router UMTS/HSD-PA), il collegamento verso i punti esterni, la banca dati contenente gli identificativi dei soggetti autorizzati a entrare nel centro storico. I codici delle trasmittenti autorizzate e i PIN individuali vengono memorizzati localmente nel controllore di ciascun dissuasore, in modo da garantire il funzionamento anche in caso di interruzione della connessione con la sala di controllo.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico