Disegno e progetto, la mostra personale di Massimo Iosa Ghini

Dal 23 settembre al 2 dicembre 2013 OTTO Gallery, galleria di arte contemporanea di Bologna, ospita la mostra personale di Massimo Iosa Ghini dal titolo Disegno e Progetto. La mostra si articola intorno al disegno, indispensabile elemento fondante e filo conduttore di tutto del suo percorso creativo e progettuale.

 

Ogni progetto nasce dal disegno che per Massimo Iosa Ghini, narratore di forme, spazi e ambienti, prima ancora che architetto e designer, è pensiero e metodo, precisa e riconoscibile cifra stilistica che si esplica in un segno coerente, veloce e fluido. Linee sinuose e forti danno vita a sagome svasate e sbilenche, tagli obliqui e diagonali che creano forme dinamiche e slanciate nelle quali si legge la matrice “bolidista”.

 

La mostra raccoglie, nella prima sala espositiva, i disegni di città ideali, immagini che danno conto della grande capacità di Massimo Iosa Ghini di immaginare e visualizzare con il disegno. Lo studio del mondo dell’immaginazione passa attraverso il disegno, che è la prima forma dell’idea dopo quella mentale e invisibile.
I disegni di progetto (d’interni, di architettura e di oggetti) che scaturiscono da una ricerca di perfezione tanto formale quanto funzionale, sono esposti nella seconda sala. Qui la necessaria attenzione pragmatica ai processi della produzione impone un approccio più cosciente e il disegno sintetizza nel segno l’essenza e la definizione della funzione di un determinato prodotto.
Completano la mostra, nella terza sala, un canvas di grandi proporzioni, che funge da congiunzione tra il momento ideativo rappresentato dal disegno e la fase di concreta realizzazione dell’architettura, e un plastico architettonico.


Massimo Iosa Ghini ha studiato architettura a Firenze per poi laurearsi al Politecnico di Milano. Oggi è considerato uno degli architetti e designer italiani presenti nel panorama internazionale. Dal 1985 partecipa alle avanguardie dell’architettura e del design italiano: fonda il movimento culturale Bolidismo ed entra a far parte del gruppo Memphis con Ettore Sottsass. Nel 1989, a Osaka, gli vengono consegnate le Chiavi della Città. Negli stessi anni apre la Iosa Ghini Associati, con sede a Milano e Bologna. Tiene conferenze e lectures in varie Università, tra le quali il Politecnico di Milano, la Domus Academy, l’Università La Sapienza di Roma, la Scuola Elisava di Barcellona, Design Fachhoschule di Colonia e la Hochschule für Angewandte Kunst di Vienna. È docente nel 2007 all’MBA della Alma Graduate School di Bologna; nel 2008 è Adjunct Professor al Politecnico di Hong Kong; dal 2012 è Docente alla Facoltà di Architettura, Università di Ferrara. I suoi progetti hanno ricevuto importanti riconoscimenti, tra cui il Roscoe Award negli U.S.A.; il Good Design Award dal Chicago Athenaeum; il Red Dot Award e l’iF Product Design Award, Germania; il premio IAI AWARD Green Design Global Award e l’IAI Awards, Shanghai, China. Nel 2013 è stato invitato dal comitato organizzativo dell’IAI Awards a far parte dei Members of Academic Committee. I suoi disegni e oggetti sono presenti nei principali musei e collezioni internazionali.
Quest’anno la più importante istituzione del progetto italiano,
la Triennale di Milano, ha dedicato un’intera antologica ai suoi 30 anni di carriera professionale, dagli esordi all’oggi sostenibile.


SCHEDA EVENTO
Disegno e Progetto
Massimo Iosa Ghini


Luogo
OTTO Gallery Arte Contemporanea,
via D’Azeglio 55, Bologna


Inaugurazione
lunedì 23 settembre 2013 | ore 19.00


Periodo mostra
23 settembre – 2 dicembre 2013


Orari
mar-sab | 10.30-13.00 e 16.00-20.00
domenica e lunedì su appuntamento


Per ulteriori informazioni
OTTO Gallery Arte Contemporanea
Tel. 051.6449845
E-mail: info@otto-gallery.it
www.otto-gallery.it

www.iosaghini.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico