Diaframmi visuali. Uno sguardo al rallentatore sul mondo

Ha inaugurato a Milano il 24 settembre presso lo showroom Minotti Cucine ed  extrahenrytimi la mostra fotografica di Armen Casnati e Matteo Cirenei.

 

Il tema di fondo: uno sguardo accurato, lento, profondo sul mondo, e quindi la necessità di trovare dei “diaframmi visuali” che permettano di rallentare la percezione attraverso un passaggio forzato dello sguardo per andare oltre.
Tutte le fotografie hanno un “diaframma” posto tra il punto di vista del fotografo e il luogo fotografato, creando una relazione simbiotica nella composizione dell’immagine tra questo elemento interposto e lo sfondo, rendendo indispensabile tale sinergia all’equilibrio finale della composizione fotografica.
Le differenze sono quelle proprie del personale modo di vedere e di interpretare lo spazio esterno: si tratta infatti di una serie di immagini che interpretano luoghi all’aperto, dal paesaggio al parco, dal tessuto urbano al singolo edificio.
La visione romantica, a tratti onirica, di Armen Casnati si contrappone, con la dolcezza dei tratti e con il sapiente uso della sfocatura, alla rigida composizione della visione grafica e quasi neocostruttivista di Matteo Cirenei, che fa un uso tagliente della luce e dei contrasti volumetrici per esaltare linee e prospettive.
Le foto esposte sono tutte stampe Fine Art Giclée al carboncino (certificate Fine Art Trade Guild), in tiratura limitata firmate dall’autore, nei formati dal 50 x 50 al 100 x 100 cm. Le stampe sono state realizzate da SPAZIO81.

 

Il progetto nasce dalla scoperta da parte dei due autori di aver percorso uno stesso tema di ricerca, in tempi e modi diversi, con lo stesso formato di ripresa (6×6) e la stessa tecnica fotografica (negativo in bianco e nero).

 

Per Casnati il “diaframma” denota un approccio meditativo alla fotografia, in contrapposizione ai ritmi della vita odierna dove tutto viene vissuto velocemente e spesso superficialmente.
Per Cirenei il “diaframma” è un elemento compositivo che cerca di stemperare l’algida purezza ricercata nelle geometrie minimaliste di architetture che spesso passano inosservate, rese magiche dalla luce scintillante che di rado le investe.

 

Curatore della mostra è Giorgio Tartaro, giornalista e interprete dell’architettura e del design in Italia. È stato redattore di Modo e Domus, ha diretto BOX e ora Case & Stili, Sitcom editore, mensile nato dall’esperienza del programma televisivo, lavora per la Scuola Politecnica di Design, collabora con l’Istituto della Enciclopedia Treccani.

Armen Casnati (1968). Professionista della Fotografia del Design e della Moda, svolge interventi nel campo della fotografia d’autore. È specializzato nella fotografia di still – life di moda e gioielli. Collabora con Vanity Fair, Vogue Gioiello, Io Donna, Amica, Gabel, Officine Panerai, Golf House.
Fotografia d’autore:
2008 Personale “Haiasdan”, spazio mostre “Guido Nardi” Facoltà di Architettura Politecnico di Milano;
2005 Monografia del Centro Culturale di Milano sul tema Armenia;
1998 Premio Afip per la fotografia di ricerca. Nomination nella categoria di paesaggio;
1997 Partecipazione a “Moda & Gioielli uniti nella lotta all’Aids”. Esposizione Palazzo dell’Arte Triennale di Milano. Catalogo Leonardo Arte:
1996 Realizzazione immagini per la mostra “Roberto Sambonet – Art, graphics and design”, Istituto Italiano di Cultura, Washington, U.S.A.
1993 Realizzazione immagini per il libro “Mario Ridolfi” collana “gli architetti” Ed. Laterza.

 

Matteo Cirenei (1965). Si laurea in Architettura al Politecnico di Milano; in seguito si occupa di fotografia di architettura e lifestyle, di comunicazione  nel settore dell’arredamento e del design, e di corporate identity design.
Collabora con le riviste Domus, Interni, VilleGiardini, V&S

Fotografia d’autore:
2008 (sett-dic) Personale “Milano, geometrie d’autore in bianco e nero”, Showroom Bredaquaranta, Sesto S. Giovanni;
2008-2009 (sett-genn) Personale “2 edifici milanesi Anni ‘50 a confronto”, Showroom Galli & Orizzonti, Parigi;
2007 (nov) Personale (insieme a F38F) “Milano, Milano”, Galleria Scoglio di Quarto, Milano;
2007 (sett) Personale “L’arte italiana del vivere”, Showroom Galli & Orizzonti, Parigi;
2007 (giu) Collettiva “Pittura vs Fotografia. Coppie di artisti allo specchio”, Wannabee Gallery, Milano;
2007 (apr) Collettiva “La Città nell’arte”, Wannabee Gallery, Milano;
2002 Collettiva “Per parlare di pace non bastano le parole”, Galleria L’Affiche, Milano;
2001 2° classificato al Premio Internazionale d’arte Casoli di Serra S. Quirico;
2001 (apr) Personale presso il locale “Le Biciclette”, in occasione del Salone del Mobile di Milano;
1998 Collettiva “21x21x21”, casa di produzione Mercurio Cinematografica, Milano e Roma;
1997 Collettiva, galleria Hands di New York, insieme a Maria Mulas e altri 7 artisti, Milano e New York.

 

SCHEDA EVENTO

Luogo della mostra
Showroom Minotti Cucine ed extrahenrytimi, Piazza Diaz 5, 20123 Milano
Vernissage
giovedì 24 settembre 2009, ore 18.30 – 21.30
Durata della mostra
15 giorni
Orari di apertura settimanale
lunedì-venerdì 10-19;  sabato 11-18;  domenica chiuso

 

minotticucinemilano
Piazza Diaz, 5
20123 Milano
Tel. 02 86995347
E-mail: milano@minotticucine.it

 

extrahenrytimi
Piazza Diaz, 5
20123 Milano
Tel. 02 80509739
E-mail: info@extrahenrytimi.it

 

 

 Nell’immagine, Parigi attraverso Montparnasse. © Armen Casnati

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico