Detrazione 50% ristrutturazioni, ecco i mobili esclusi da Bonus Mobili

Il Bonus Mobili 2013, contenuto nel DL 63/2013 che ha prorogato la detrazione 50% al 31 dicembre 2013, non include, tra i “mobili” detraibili, gli elettrodomestici di classe energetica superiore ad A+  (al contrario della detrazione introdotta nel 2009) e nemmeno i computer, sia fissi sia portatili. Si possono quasi certamente escludere dalla detrazione anche i mobili usati comprati dall’antiquario, da un privato o da chiunque altro.

 

Nel decreto non viene data però una definizione di “mobili”, termine che, quotidianamente, viene utilizzato in senso lato e che comprende tante tipologie di oggetti: armadi, sedie, tavoli, letti, soprammobili… Quali tra questi saranno detraibili? A tal proposito, aspettiamo la Circolare dell’Agenzia delle Entrate.

 

Leggi tutti gli articoli sul Bonus Mobili 2013.

 

Un dettaglio: elettrodomestici a incasso
Per quanto riguarda la categoria “elettrodomestici” rimane in particolare un dubbio (e rimarrà fino a quando l’Agenzia delle Entrate non chiarirà quali mobili si potranno detrarre): gli elettrodomestici a incasso, parti integranti per esempio di una cucina, sono ammessi al bonus oppure no? Se vengono acquistati insieme al mobile in cui sono incassati potrebbero esserlo. Altrimenti, se l’Agenzia delle Entrate non li includerà, bisognerà escluderli.

 

Abbiamo però anche alcuni punti certi, almeno in base a quanto emerso dal secondo Forum di Feder Legno Arredo.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico