Designer: Patricia Urquiola è “la donna del marmo” al Marmomacc 2010

Ieri, 29 settembre, primo giorno di fiera, il Presidente di Veronafiere Ettore Riello e la presidente dell’Associazione Le Donne del Marmo Alessandra Ubertazzi, hanno consegnato il Premio Donna del Marmo 2010 a Patricia Urquiola.

 

Quest’anno la tradizionale onorificenza assegnata dall’Associazione Nazionale Le Donne del Marmo a un personaggio del mondo femminile che si è distinto per particolari meriti nell’ambito di attività legate al mondo della pietra naturale è andata all’architetto spagnolo (ma milanese di adozione) Patricia Urquiola.
La scelta effettuata deriva dalla convinzione che le potenzialità che la designer ha introdotto utilizzando la pietra naturale e modellandola secondo progetti che combinano design e scultura, materia e trasparenze, colore e neutralità, riaprono ai materiali lapidei ornamentali le porte dell’ambito privato e domestico sia interno che esterno secondo le tendenze più generali di architettura e arredamento.
L’attenzione al materiale ma anche alla sua lavorabilità con strumentazioni meccaniche e non solo attraverso la sapienza della manualità esperta, inoltre, consentono il passaggio dall’artigianalità e dall’originalità e unicità del “pezzo” alla serialità tipica della produzione “industriale”, tanto che il prodotto diventa prodotto democratico e “di massa” senza tuttavia perdere l’importanza e il pregio che la pietra naturale porta sempre con sé.
Il tema del lusso e della bellezza ricercate attraverso l’istinto e la ragione che tipicamente accompagnano la professionalità delle donne e che sembrano essere, pertanto, temi archetipici del mondo femminile, sono anche temi cui l’associazione ha sempre rivolto, attraverso convegni e documenti un particolare interesse.

 

LA MANIFESTAZIONE
Marmomacc è l’appuntamento annuale di Veronafiere, la piattaforma internazionale al servizio di imprese, associazioni di categoria e istituzioni, la rassegna nella quale le aziende italiane promuovono il meglio del Made in Italy come prodotti, design e macchinari. Anche quest’anno, come tradizione, Marmomacc pone grande attenzione agli appuntamenti di carattere culturale che permettono ai progettisti, agli architetti e ai designer di tutto il mondo di scoprire applicazioni d’eccellenza realizzabili con la pietra e marmo. 
Da segnalare (oltre al consueto Marmomacc Meets Design, che si pone l’obiettivo di far nascere e sviluppare evoluzione e progettualità in diretto e costante rapporto con il sistema produttivo e che quest’anno ha come tema “Irregolare Eccezionale” e il Best Communicator Award) il Premio Tesi di Laurea “Paesaggio, architettura e design litici” ideato e organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Verona.
L’Accademia di Architettura di Mendrisio, nel suo annuale progetto di riqualificazione che vede Varese protagonista per l’anno 2010, ha scelto Marmomacc per studiare con Riccardo Blumer un progetto di arredo urbano in botticino con il diretto coinvolgimento del Consorzio Marmisti Bresciani.
Regione Puglia associa invece a quattro pietre pugliesi la progettualità di altrettante giovani promesse del design.
Da ricordare anche l’incontro in cui l’architetto Loretta Fulvio, vicepresidente e senior interior designer dello studio Hks, racconta come il marmo, in gran parte italiano, sia diventato il protagonista nella costruzione del mitico Cowboys Stadium di Dallas.

 

Dal Padiglione 7B – Focus su: Marmomacc Meets Design
Gli architetti e i designer del Marmomacc Meets Design 2010, che progettano con le aziende sono: Patricia Urquiola con Budri; Luca Scacchetti con Finstone S.A.R.L.; Aldo Cibic con Grassi Pietre; Giovanni Vragnaz con Iaconcig; Thomas Sandell con Marsotto; Marco Piva con MGM Furnari; Manuel Aires Mateus con Pibamarmi; Enrico e Viola Tonucci con Stonehenge; Riccardo Blumer e l’Accademia di Architettura di Mendrisio con Consorzio Marmisti Bresciani; Tomás Alonso, Stefan Diez, Luca Nichetto, Philippe Nigro con Regione Puglia.

 

Le immagini
Marmomacc Meets Design: Pibamarmi, Budri/Il Casone, Budri, Marsotto, Consorzio Marmisti Bresciani
Hybrid and Flexible, selezione progetti del Marmomacc Meets Design 2009: 1, 2 

 

Regione Puglia: 1, 2, 3, 4

 

“Il disegno della villa”: due progetti di Luca Scacchetti: 1, 2

 

Nell’immagine di apertura la designer Patricia Urquiola allo stand di Budri

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico