Design sostenibile, in mostra a Prato i progetti vincitori del concorso ‘La Casa del III Millennio’

Ha inaugurato lo scorso 2 dicembre la mostra “La Casa del III Millennio”, appuntamento finale dell’evento organizzato dalla CNA di Prato e quest’anno curato da Gilberto Corretti. In mostra 25 opere di design ispirate al concetto del piacere dell’abitare.

 

Il pacere dell’abitare, inteso come risposta alle nuove esigenze della società contemporanea sempre più attenta al valore dell’oggetto e alla sua eticità, è il tema alla base della 4° edizione de “La Casa del III Millennio”: l’evento organizzato dalla CNA di Prato in collaborazione con la CNA di Arezzo e curato da Gilberto Corretti, uno dei maestri del design italiano e fondatore del gruppo Archizoom Associati. I cinque prototipi vincitori e i venti menzionati, risultanti dal concorso e sviluppati nell’ambito di due workshop che hanno visto la stretta collaborazione di designer ed aziende della CNA, saranno in mostra all’Urban Center di Prato dal 2 al 18 dicembre 2011, in un’allestimento ispirato ai contesti urbani contemporanei e ideato dallo stesso curatore dell’iniziativa.

 

Obiettivo dell’edizione 2011 de “La Casa del III Millennio” nuovo piacere dell’abitare è individuare opere di design che al valore d’uso uniscano un valore estetico e rispettino l’ambiente dando piacevolezza a chi le usa, soddisfando i bisogni di una società che sta cambiando e che mira a ridurre sempre più i propri consumi. L’edizione 2011 vuole fornire una proposta innovativa all’abitare, una dimensione giocosa e pratica allo stesso tempo, che ottimizzi lo spazio e le sue possibili integrazioni. Il piacere dell’abitare non è solo amore per il lusso o per l’estetica dell’oggetto, ma l’aspirazione a vivere sostenibile e a basso consumo. Tutto questo sarà espresso dai 25 prototipi in mostra all’Urban Center di Prato, sviluppati in collaborazione con le aziende della CNA durante due workshop. Una preview di 14 progetti è stata realizzata ad Arezzo durante la fiera di Abit.Ar dal 22 ottobre all’1 novembre 2011.

 

Le 25 opere di design saranno esposte all’interno delle sale di Palazzo Pacchiani, ora Urban Center di Prato, dal 2 al 18 dicembre 2011 in uno scenario domestico e urbano allo stesso tempo, ideato da Gilberto Corretti. Disposti caoticamente con un chiaro riferimento al trambusto che caratterizza la società contemporanea, i prototipi raccontano la concezione della casa loft, in cui le barriere tra le diverse aree funzionali si dissolvono. L’immagine è quella di una mostra nomade riallestibile ovunque grazie alla flessibilità dei suoi componenti, realizzati tutti con materiali sostenibili e riciclabili. Gli oggetti protagonisti dell’esposizione sono raccontati come realtà a sé, ideati per comunicare soluzioni funzionali per il vivere quotidiano. A mettere in luce l’idea di uno spazio domestico simile a quello urbano è la decorazione a metà tra street art e urban decoration creata da Bunker108, un percorso continuo e caotico di elementi grafici e scale cromatiche ispirate al mondo del design, dell’architettura, dell’artigianato e della tecnologia.

 

I progetti in mostra

 

I cinque vincitori

LLetto | Duck Design (Ilaria Alderighi, Diego Aringhieri, Jacopo Giovacchini, Andrea Pianigiani, Antonio Vanni) – manufacture by Berni Hotel Provider
LLetto è concepito come un unico elemento di arredo, un oggetto che è allo stesso tempo letto, contenitore e scultura. Esso consente di massimizzare l’integrazione di tutti gli arredi e gli oggetti di contenimento essenziali della camera in soli 11 mq. Costituito da due L, una l’offset dell’altra, LLetto raggruppa diversi spazi adattabili e scorrevoli che possono avere più funzioni e dimensioni.

 

PORTAmivia | Gianmaria Belcore – manufacture by Toscocornici + Multi Tranciati
Modificare e destrutturare una porta per rispondere alle nuove esigenze domestiche e ai mutevoli modelli abitativi è il concept alla base di PORTAmivia. La porta così ideata acquista nuove funzionalità diventando un elemento di continuità con gli ambienti e non più di separazione.

 

Psiche | Arcaica (Elena Degl’innocenti, Giulia Del Guasta, Veronica Massai) – manufacture by Lavorazioni Inox Molinaro
Psiche nasce come elemento d’arredo multifunzionale e componibile che indaga formalmente sul vivere l’ambiente domestico. L’idea di base di adattabilità e scomponibilità di questo progetto non riguarda esclusivamente la mancanza di spazio domestico, ma al contrario lo spazio è “ristrutturato” e al contempo “destrutturato”.

 

Qui Recupero! | Sara Piccioli – manufacture by Arredamenti Caneschi
Questo progetto è dedicato al pieno significato della parola “recupero”, inteso come recupero d’energie per chi farà uso della seduta e recupero di materiali di scarto, quali metallo e legno. La struttura è composta da tre elementi metallici piegati in due punti, a questi vengono inseriti vari listelli di legno di molteplici dimensioni e varietà d’essenze.

 

Roller | Silvia Guarnieri – manufacture by Poltronova
Roller è una “seduta-tappeto-letto” srotolabile, che s’inserisce con poco ingombro fisico e visivo all’interno dell’ambiente domestico al quale prende parte con la sua mutevole valenza funzionale. Roller è costituito da un “imbottito” arrotolato attorno ad un tubolare orizzontale fissato al muro, come fosse una tenda. Con i suoi diversi assetti e il ridotto ingombro assolve la funzione di appoggio, seduta, tappeto o letto all’insegna del movimento libero all’interno dello spazio. 

 

I progetti menzionati

Alfa 011 | Fabbricanove – manufacture by Samarreda

Biscotto | Michela Voglino – manufacture by Arredopiù

Cactus | Stefano Giovannini – manufacture by Viti Arredamenti

Chaise Longue Piri | Alfonso Martini – manufacture by Guadagnoli & Nardi

Composer | Franco Spadoni – manufacture by Roberto Pagliari

Ferragosto | Laura Calligari – manufacture by Bugetti Philosophy

Freetouch | Francesco Saverio Pardi, Daniele Loreti – manufacture by Neos Sistemi

Isido | Raffaello Mainieri – manufacture by Linea G

Lavabo Albino | Rossella Ragazzini + lowstudio – manufacture by Ceramiche Tapinassi

Modulo Mobil | Ivan Gusmeroli – manufacture by Falegnameria Senape + Chiappara Giovanni

Moodi | Laura Calligari – manufacture by Falegnameria Aguzzi

Nive | Francesca Abbruzzese – manufacture by Re+

Pensatore | Giuseppe Di Negro – manufacture by Roberto Pagliari + Gallo Illuminazione + Scenografie Barbaro

Scala Cica | Alfonso Martini – manufacture by Bracciali Dario

Tavolino Hermes | Sabino Ferrante – manufacture by Vetrate Artistiche Mariotti

Tavolino Origami | Sabrina Lucherini – manufacture by Mastro Santi

Tubo’ | Diana Lombardi – manufacture by Falegnameria Santini

Zen | Stefano Giovannini – manufacture by Pratomarmi

 

SCHEDA EVENTO

 

La Casa del III Millennio
Nuovo piacere dell’abitare

 

Venticinque opere di design in mostra

 

Luogo
Urban Center /Palazzo Pacchiani
via Mazzini, 65
Prato

 

Periodo
2/18 dicembre 2011

 

 

Nell’immagine di apertura, vista del progetto di allestimento della mostra “La Casa del III Millennio” all’Urban Center di Prato

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico