Design research

PROGETTAZIONE INDUSTRIALE E LINGUAGGI ALTERNATIVI
Emanuele Pangrazi è un designer che opera  in diversi settori della progettazione industriale. Dopo un percorso di approfondimento nel settore Hi-Tech, approda  al mondo del product e dell’arredamento.  Le sue soluzioni progettuali sono sempre il risultato di un’attenta sperimentazione formale e di riflessioni su temi umanistici, grazie ai quali contenuti e valori si trasformano in simboli e forme. Negli ultimi anni  ha dedicato gran parte del suo tempo alla progettazione di elementi di arredo e di sanitari in ceramica, settore in cui ha sviluppato un solido know-how, conferendo sempre una visione originale alle sue proposte progettuali.


Emanuele Pangrazi, fondatore di Mater

Egli sostiene che la cosa più interessante di questo lavoro è proprio dare senso a un’azione creativa in riferimento a un contesto sociale e che i fattori che intervengono alla formazione di un buon prodotto sono il più delle volte di natura culturale, prima che tecnico-scientifica. Questo implica l’accettazione del concetto di utilità nel produrre il “nuovo”, anche in via sperimentale. Secondo questa linea di pensiero ha fonda lo studio Mater, con la volontà di creare uno spazio dove la libera circolazione di idee possa diventare un flusso contaminante, in  grado di alimentare la voglia di tradurre in realtà pensieri e soluzioni. Da circa un anno lo studio si occupa di progetti sperimentali, affiancando alle diverse attività produttive, uno spazio per la ricerca che esula dalle specifiche fornite dai committenti e dai risultati attesi. Un percorso parallelo attraverso il quale sperimentare nuove idee e linguaggi alternativi. Questa area dedicata alla ricerca e alla sperimentazione nell’ambito del design ha visto nascere presso Mater un workshop rivolto ai giovani designer che vogliano fare un percorso di crescita all’interno dello studio.

Per info: www.studiomater.com

 

Nell’immagine di apertura, la serie da bagno Venus

 

(Articolo tratto da Dossier Habitat n. 39)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico